Advertisement skip to Main Content

Bper

Bper sbanca i consumatori?

Adiconsum Sardegna ha presentato un esposto all'Antitrust, al Garante privacy e alla polizia postale per gli sms-truffa ricevuti da molti correntisti di Bper. Tutti i dettagli.

Bufera su Bper.

Adiconsum Sardegna, associazione per la tutela dei consumatori, ha annunciato un esposto al Garante per la concorrenza, al Garante per la privacy e alla polizia postale per contrastare le truffe denunciate negli ultimi giorni da diversi correntisti del gruppo Bper, vittime di smishing.

COS’È LO SMISHING

Lo smishing “è una forma di phishing che utilizza i telefoni cellulari come piattaforma di attacco da parte dei cybercriminali”, spiega il presidente dell’associazione di consumatori, Giorgio Vargiu.

I correntisti ricevono sul telefono un messaggio Sms che sembra provenire dalla propria banca, in cui si richiedono informazioni finanziarie o personali, come il numero di conto o di carta di credito.

“Per tale motivo abbiamo deciso di presentare un esposto ad Antitrust, Garante Privacy e polizia postale, affinché indaghino sulla vicenda. Invitiamo i cittadini sardi a cestinare qualsiasi messaggio inviato via sms, mail o social network in cui si chiede di comunicare dati personali e bancari “.

COSA CHIEDE ADICONSUM SARDEGNA A BPER

Adiconsum Sardegna ha chiesto a Bper di comunicare eventuali attacchi hacker o furti di dati dei clienti avvenuti nell’ultimo periodo.

Back To Top