skip to Main Content

Bce

Perché la fiacca economia tedesca farà svegliare la Bce

Quale sarà l’impatto degli ordini industriali in Germania per la politica monetaria della Bce. Il commento di Tomasz Wieladek, Chief European Economist di T. Rowe Price.

Gli ordini industriali tedeschi sono aumentati dello 0,2% a febbraio. Il dato è più debole rispetto all’aumento dello 0,8% previsto dal consenso. Negli ultimi mesi i dati sugli ordinativi all’industria in Germania sono stati difficili da interpretare per effetto degli ordini di grandi dimensioni, che hanno portato a una contrazione dell’11,4% a gennaio. Gli stessi grandi ordini hanno sostenuto però un aumento simile a dicembre. Un confronto meno volatile a tre mesi suggerisce che gli ordini al settore manifatturiero in Germania sono aumentati del 2,8%. In realtà, sono diminuiti dello 0,8% se si escludono gli ordini più grandi. Nel complesso, insomma, è difficile estrarre un segnale chiaro dai dati degli ultimi due mesi.

L’INDUSTRIA TEDESCA RESTA A TERRA

Tuttavia, una cosa è chiara. L’industria tedesca rimane a terra, indipendentemente dal fatto che si considerino gli ordini, la produzione effettiva o i sondaggi. L’economia tedesca, motore manifatturiero dell’Europa, resta molto debole nel primo trimestre.

ANCHE LA FRANCIA NON È MESSA BENE

Il settore manifatturiero francese mostra un quadro simile. La performance economica di queste due economie sarà debole quest’anno a causa del consolidamento fiscale.

ITALIA E SPAGNA VANNO MEGLIO: LA BCE DEVE TENERNE CONTO

D’altro canto, l’Italia e la Spagna stanno registrando performance migliori grazie alla forza del settore dei servizi. La Bce dovrà tenere conto di tutti questi fattori.

Tuttavia, in passato, i cicli tedesco e francese hanno guidato gli altri Paesi. Di conseguenza, riteniamo che i dati di oggi contribuiscano ad aumentare le prove che la Bce potrebbe avviare un ciclo di tagli a giugno e tagliare 4-5 volte quest’anno.

Back To Top