Economia

A che gioco giocano Del Vecchio e Caltagirone in Mediobanca?

di

Cosa faranno Del Vecchio e Caltagirone in Mediobanca? Il post di Fulvio Coltorti, già direttore dell’area studi di Mediobanca

Mediobanca da punire? Forse, ma almeno che si raccontino meglio i peccati
Un articolo sul Manifesto zeppo di errori, anche se forse condivisibile nel tema di fondo.
Si svaluta la funzione della banca di Cuccia al fianco delle principali società italiane e le si attribuiscono falsità.
Non è vero che i grandi fallimenti del capitalismo italiano nelle acquisizioni all’estero sono colpa di Mediobanca: Pirelli fu indirizzata sulla tedesca Continental da una delle belle investment bank americane; Mediobanca aiutò poi a raccogliere i cocci fatti da altri. La scalata alla belga SGB fu pensata e gestita solo da Carlo De Benedetti e Mediobanca fu assente.
Idem per un presunto desiderio di scalare Axa di cui non c’è traccia.
La conclusione dell’articolo può essere giusta o meno, ma arriva forse tardi. “Questa” Mediobanca non è più quella di Cuccia dal 2003, quando è iniziato il suo “smontaggio”. E non lo vuole essere perché così vollero le istituzioni. E oggi qualcuno l’accusa di incapacità?
In ogni caso ci sarebbe semmai da ragionare su che cosa sta venendo fuori ad occupare il posto che (molto tempo fa) era occupato dalla Mediobanca di Cuccia.
Si cita un giovane anziano pieno di idee speculative che sembra abbinarsi ad un altro speculatore. Insieme magari renderanno vivace la borsa italiana con maxi dividendi che, as usual, finiranno al vento nel momento più difficile del Paese.
Evviva dunque!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati