.Economia, .Economia / Start up, Economia

Videogiochi, l’ottimo bilancio di Activision soffrirà nel 2015

di

Call of Duty

Grazie a Call of Duty, Activision Blizzard (azienda quotata al Nasdaq, che produce videogiochi) ha infranto nel 2014 il record di vendite andando oltre le stime previste per l’ultimo trimestre dello scorso anno, il 2015 non si apre però bene. Gli utili delle azioni sono diminuiti dopo la dichiarazione fatta dalla società di Santa Monica di non essere in grado di soddisfare le proiezioni d’entrata per il 2015. L’azienda ha infatti previsto per il 2015 guadagni per 4,14 miliardi, sotto quindi ai 4,4 miliardi precedentemente stimati.

Lo sviluppatore Treyarch ha fatto sapere in un tweet che è in fase di sviluppo un nuovo episodio di Call of Duty per l’anno, non è stato però precisato se si tratta di una prosecuzione della serie Black Ops. Call Of Duty resta comunque la serie di maggior fortuna capace di guadagnare dal primo della serie qualcosa come 11 miliardi di dollari.

Secondo quanto riporta il The Guardian, Activision dichiara che la flessione è dovuta all’indebolimento delle valute estere, all’aumento delle aliquote fiscali e al lancio del multiplayer free-to-play Heroes of the Storm.

E’ comunque innegabile che il 2014 è stato per Activision Blizzard un anno fantastico grazie a titoli come Destiny, Hearthstone: Heroes of Warcraft e Call of Duty advanced warfare – solo le vendite di quest’ultimo hanno garantito alla società un incasso di 1miliardo di dollari.
A questo poi si aggiungono numeri importanti come i 16 milioni di utenti registrati su Destiny e i 24 milioni su Heathstone, che i soli Ip portano a Santa Monica 450 milioni di dollari.

Anche una serie più effimero come potrebbe essere Skylanders ha guadagnato 3 miliardi di dollari, riuscendo ad incassare 240 milioni con i gadget, bruciando tutte le altre action figures.
Anche da questo fronte ci saranno delle novità con l’arrivo di una nuova serie durante l’anno.

Un'immagine del videogioco Destiny

Un’immagine del videogioco Destiny

 

Il bilancio di Activision è comunque di tutto rispetto.

Quella del videogame è un industria che cambia e Activision Blizzard si adegua alle tendenze degli altri sviluppatori. La distribuzione ormai avviene principalmente online e sulle vendite digitali Santa Monica basa il 46% del suo fatturato.

Cosa c’è da aspettarsi per il 2015? Il CEO Bobby Kotic ha annunciato che è in programma un aumento dei titoli, che verranno portati da 5 a 10. I nuovi titoli comprendono Heroes of the Storm e Overwatch sugli altri ancora il massimo riserbo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati