.Economia, .Economia / Start up, Economia

Export Italia Usa: surplus record di 25 miliardi di dollari

di

Export Italia Usa

Export Italia Usa: + 8,8% nel 2014, surplus record di 25 mld USDI, Sono i recenti dati pubblicati dal US Department of Commerce, che registrano una costante crescita delle esportazioni italiane verso gli Stati Uniti. 

 

Export Italia Usa in crescita, e scambio tra i due paesi sempre più florido. I dati del US Department of Commerce registrano un interscambio bilaterale Italia-USA nel 2014 per 59 mld USD in crescita del 6,5% su base annua imputabile principalmente all’ Export Italia Usa pari a 42 mld USD con un aumento dell’8,8% su base annua.

Le nostre importazioni dagli USA ammontano a 17 mld USD in lieva crescita (+1,4%) su base annua. L’attivo commerciale che ne deriva è di +25 mld USD.

Per l’ export Italia Usa, l’Italia si posiziona all’undicesimo posto (superando Taiwan) nella classifica dei Paesi fornitori degli USA ed amplia la sua  quota di mercato dall’1,7% all’1,8% del totale delle importazioni USA complessive. Le principali voci sono: apparecchi meccanici (19%), mezzi di trasporto (12%), bevande (vino) 5%, aerospazio (4%), abbigliamento (4%) e calzature (3%).

Per quanto concerne le importazioni di beni USA, le principali voci continuano ad essere i prodotti chimico-farmaceutici, aerei e loro parti, carbone epetrolio distillato, macchinari elettrici. Dati di fonte USA rilevano un incremento, nei primi 9 mesi 2014, anche sul fronte dell’interscambio servizi (+5,4%).

In particolare l’Italia ha esportato servizi per oltre 9 mld USD (+6%) e ne ha importati per 7,4 mld USD (+4,7%), registrando quindi un surplus anche in questa componente. Performance tanto più significativa in quanto gli Usa tendono a posizionarsi come esportatori netti di servizi verso il resto del mondo. Viaggi e turismo sono la voce di maggior peso in entrambe le direzioni. Dal lato USA, prevalgono i diritti derivanti da proprieta’ intellettuale e i servizi finanziari.

Nei primi 9 mesi 2014 gli investimenti diretti (IDE) italiani in USA , pari a 3 mld di dollari hanno superato nettamente quello in direzione contraria.

Gli IDE statunitensi verso il nostro Paese sono ammontati a 1,2 mld USD. I principali investitori  italiani in Usa sono stati Magneti Marelli e Brembo (Michigan), Pietro Fiorentini (West Virginia), Gtech (Nevada), ENI (Texas) ed Enel Green Power (Oklahoma). Tra quelli USA, si segnalano invece le acquisizioni operate in Italia dai fondi Haworth (che ha rilevato Poltrona Frau) e Blackstone (20% di Versace),quella di Whirlpool (con Indesit) nonche’ progetti greenfield come quello della Philip Morris (nuovo stabilimento a Bologna).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati