.Economia, .Economia / Start up, Economia

Google vs UE. Maxi-sanzione in arrivo

di

Google

L’Antitrust europea è pronta a portare avanti un’azione contro Google. La decisione di agire contro Google potrebbe dar via ad un caso di alto profilo, il più alto da quando Microsoft ha pagato all’Ue 1,7 miliardi di euro di multe nel 2012. La notizia è stata dal Wsj secondo il quale la Commissione europea avrebbe chiesto alle aziende che hanno denunciato Google il permesso di pubblicare alcune informazioni depositate inizialmente in via confidenziale.

Tira brutta aria in Europa per Google. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, la Commissione Europea sarebbe pronta per un’azione contro il gigante della ricerca on line per sospetto abuso di posizione dominante sul web. Le indiscrezioni dicono che l’autorità europea avrebbe chiesto alle aziende che hanno denunciato Google il permesso di pubblicare alcune informazioni depositate inizialmente in via confidenziale. La società di Mountain View sarebbe passata sotto l’occhio dell’antitrust europea per presunti abusi in tema di ricerca e posizionamenti. Secondo gli esperti, come riporta il WSJ, si da’ per certo che verrà aperto un procedimento ai danni del colosso americano, azione che potrebbe condurre a una maxi multa che potrebbe falciare il 10% delle sue entrate annuali della società. Grosse cifre se si considera che nel 2014 Big G ha registrato incassi per 6 miliardi di dollari. Nel caso partisse l’azione formale, i legali di Google avrebbero tre mesi di tempo per dimostrare l’innocenza di Big G.

Google I/O

Per Google non si tratta di una novità, quello con le istituzioni UE è un braccio di ferro che dura da almeno 5 anni. Sul tema la Commissione aveva cercato in passato di raggiungere a un accordo con il gigante della ricerca senza tuttavia arrivare a nulla di chiaro. A settembre l’ex commissario alla Concorrenza, Almunia aveva minacciato provvedimenti pecuniari, mentre l’attuale commissaria Margrethe Vestager aveva espresso la volontà di abbandonare la via del negoziato preferendo una sentenza. Big G non è la prima tech company ad avere problemi con le istituzione UE. Un caso molto simile aveva coinvolto Microsoft, costretta a pagare multe per due miliardi di euro tra 2004 e 2014.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati