.Economia, .Economia / Start up, Economia

E-payment, in Europa avanzano le carte di credito. Ed in Italia?

di

Google Wallet
e-wallet

 

I pagamenti digitali, soprattutto le carte di credito, prevalgono nel Regno Unito ma un quarto di chi fa acquisti online non completa l’acquisto in quanto non ha potuto pagare con il loro metodo preferito. In Germania a spadroneggiare nell’e-commerce c’è PayPal e per i prossimi cinque anni si prevede un giro d’affari di un miliardo, mentre in Francia, sebbene vi sia un rapido sviluppo dei pagamenti mobili, stenta ad entrare nell’uso comune dei consumatori.

In Russia, nonostante prevalga ancora il denaro contante, sono cresciuti i pagamenti effettuati con l’online banking, i pagamenti attraverso i terminali e PayPal mentre Yandex Money, una società che fa riferimento al noto motore di ricerca russo, sta collaborando con Aliexpress e Alibaba. Sempre in Russia Qiwi che si occupa di e-wallet ha raggiunto un giro d’affari di 60 milioni.

 

 

In Spagna ed Italia la carta di credito risulta essere lo strumento più usato. Nel nostro Paese, in particolare, da marzo 2015 sarà possibile usare anche il bancomat per effettuare acquisti su internet e, attraverso l’istituto di pagamento PayTipper si potranno pagare online anche i bollettini postali, i mav, rav e il canone Rai.

Attraverso il sito online PagaComodo l’utente potrà pagare con la propria carta di credito attraverso il sistema offerto da SOFORT Banking. Una novità che riguarda 300 mila pagamenti effettuati ad oltre 20 mila beneficiari tra comuni, enti pubblici e privati ma con ampie possibilità di una ulteriore rapida crescita.  

I dati però evidenziano come gli italiani preferiscano ancora andare a pagare personalmente allo sportello: sono ben 600 milioni  bollettini che ogni anno vengono pagati perlopiù alla poste, nelle tabaccherie e nelle ricevitorie. Il tutto per un giro d’affari di circa 2 miliardi di euro.

Secondo l’Osservatorio Mobile Payment & Commerce del Politecnico di Milano nel 2016 in Italia dovrebbe arrivare a 9 miliardi di euro, mentre tra il 2012 e il 2013 si è verificato un incremento del 14% dei bollettini pagati tramite mobile e per la precisione: nel 2013 oltre 200 000, nel 2012 erano stati 130 000.                

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati