.Economia, .Economia / Start up, Economia

Alibaba sbarca a Wall Street l’8 Agosto? La data è propizia secondo i cinesi

di

 

I co-fondatori della società, Jack Ma e Joe Tsai, credono molto in questa data, poiché il numero “otto” corrisponde al cinese “ba” che somiglia molto al “fa”, cioè alla parola cinese che designa fortuna e prosperità.

 

In Cina sono molto legati a questo numero: le Olimpiadi di Pechino del 2008, iniziarono l’8 agosto, che è stato 

considerato dai cinesi come un successo indiscusso, sebbene la portavoce di Alibaba da San Francisco, Ashley Zandy, contattata da Bloomberg ha rifiutato di commentare sulla probabile quotazione dell’Ipo ad agosto. Il potenziale di una probabile apertura dell’Ipo ad agosto è stato già affrontato dalla CNBC americana.   

“Alibaba ama questo tipo di numeri” ha detto Ben Lee, co-fondatore di Glogou, società della Silicon Valley che si definisce la risposta americana ad Alibaba. Lee ha anche aggiunto che “il colosso di Jack Ma prima di arrivare in America voleva quotarsi a Hong Kong con Ticker 1688.” In continuità rispetto alla prosperità suscitata dal numero otto. 

 

 

Infatti, il numero otto ha certamente avuto un ruolo di primo piano nel mondo di Alibaba. Ticker, Ipo di Alibaba alla borsa di Hong Kong, aveva originariamente il nome completo di Alibaba.com Ltd., rappresentata con il numero 1688, che tradotto dal cinese significava grosso modo “fare una fortuna”. In seguito, Alibaba.com è stata resa privata nel 2012, mentre la combinazione numerica 1688.com, è divenuta uno dei siti della società.

Alibaba ha già mostrato ai suoi detrattori di essere portatrice di fortuna e prosperità. L’IPO potrebbe essere la più grande mai realizzata negli Stati Uniti, con un valore stimato a circa 20 miliardi di euro e con un valore complessivo di base del gigante dell’e-commerce di Hangzhou stimato intorno ai 168 miliardi dollari, accresciuto di circa cinque volte in pochi anni. 

Difficile comprendere se sarà realmente l’8 agosto o se si sceglierà un’altra data, anche perché il problema centrale per Jack Ma, sarà quello della raccolta degli investimenti per l’Ipo, per questo motivo è abbastanza difficile capire quali siano i tempi di queste due operazioni, come riportato anche da MarketWatch.

Secondo gli analisti, infatti, l’Ipo di Alibaba potrebbe arrivare ben oltre i 16 miliardi della Ipo di Facebook del maggio 2012, raggiungendo anche la quota di 20 miliardi di dollari, battendo in questo modo, la cifra record di Visa che nel 2008 aveva raggiunto una quota di poco inferiore ai 20 miliardi.

Dal Wall Street Journal intanto giunge la notizia dell’acquisizione del 50% della quota della squadra di calcio cinese del Guangzhou Evergrande. La holding della quota di questa squadra è l’ultimo tentativo di espansione del colosso dell’e-commerce cinese anche nello sport e nell’intrattenimento.  

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati