.Economia, .Economia / Start up, Economia

Alibaba e la leadership cinese nelle IPO

di

 

Alibaba Group è una public company cinese formata da una famiglia di compagnie attive nel campo del commercio elettronico, quali mercato online, piattaforme di pagamento e compravendita, motori di ricerca per lo shopping e servizi per il cloud computing. Nel 2012 due dei portali principali di Alibaba hanno gestito 170 miliardi di dollari in vendite, una somma maggiore delle vendite combinate su eBay e Amazon.com.

E proprio nel quadro di un’offerta pubblica iniziale (Ipo), Alibaba ha fornito agli investitori un’indicazione più chiara sulle dimensioni e le prospettive di crescita del colosso dell’e-commerce cinese.

Lo scorso 7 maggio, Alibaba ha depositato il prospetto della quotazione, operazione in cui prevede di raccogliere più di 15 miliardi di dollari, avvicinando le dimensioni del debutto di Facebook, che raccolse 16 miliardi di dollari.

La maggior parte del ricavato andrà a Yahoo, che ha acquistato una quota del 40% di Alibaba nel 2005 per 1 miliardo di dollari, e che venderà oltre un terzo dell’attuale quota del 22,6%.

Alibaba diventerà la più grande società cinese a quotarsi negli Stati Uniti. Il debutto è previsto entro la fine dell’anno.

Il fair value di questo mese viene indicato in 50 dollari per azione, con un incremento di oltre sei volte rispetto agli 8 dollari del giugno 2011. Sulla base di questa stima, la quota di Yahoo in Alibaba vale 26,2 miliardi dollari.

La stima del fair value proietta una valutazione del 100% di Alibaba pari a 116,1 miliardi dollari, ben al di sotto della media di 152 miliardi di dollari che emerge da un sondaggio Reuters.

Alibaba ha gestito transazioni online per oltre 1,5 migliaia di miliardi di yuan (circa 248 miliardi dollari) per conto di 231 milioni di utenti attivi, più di Amazon ed eBay insieme.

Alibaba, nel prospetto, non fornisce indicazioni sui potenziali progetti per il mercato dell’e-commerce statunitense.

Se, come previsto, la IPO di Alibaba group sarà da record non farà altro che confermare la leadership cinese nella graduatoria delle IPO più ricche di sempre. Il podio infatti parla mandarino

A guidare la classifica (stilata da Bloomberg) è infatti la Agricultural Bank of China, con una raccolta di 22,117 miliardi di dollari, seguida da un’altra banca cinese, la Industrial and Commercial Bank of China (21,929 miliardi di dollari).

Al terzo posto il colosso pan – asiatico delle assicurazioni AIA group (fondata da un americano con il cognome olandese, Cornelius Vander Starr).

Se dovesse arrivare ad insediare i primi posti nella classifica, Alibaba rischia invece di rompere la leadership di banche e società finanziarie (Visa è la quarta in classifica) per le IPO da record. Facebook, infatti, si fermò solo all’ottavo posto, subito sotto l’unica società italiana nella top ten: Enel (17,408 miliardi di dollari)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati