.Ambiente / Energia, Energia

Innovazione verde, la Germania stacca tutti in Europa

di

innovazione verde

 

Se l’Unione europea vuole centrare i suoi target ambientali, taglio dell’80%-95% della CO2 rispetto al 1990 per il 2050, deve cambiare la sua economia. A lanciare l’avvertimento è l’ultimo rapporto dell’agenzia europea dell’ambiente, Aea, che invita a puntare sull’innovazione ‘verde’. 

Un invito che la Germania pare abbia colto in pieno, stando ai dati. Secondo il rapporto Aea, quasi la meta’ (48,2%) dei principali inventori di brevetti verdi internazionali fra 2001 e 2010 era residente in Germania. L’Italia e’ nella top five della classifica, ma si ferma ad un magro 6,5%, dopo Francia (13,8) e Gran Bretagna (6,9%), prima dell’Olanda (6%).

Guardando la ‘residenza’ degli inventori brevetti solo sulle rinnovabili, il 41.9% e’ tedesca, il 9,6% francese, il 7,7% britannica e il 5,6% italiana.

“L’innovazione potrebbe essere il solo e più importante volano del cambiamento del modo inefficiente con cui impieghiamo le risorse” afferma il direttore esecutivo dell’Aea, Hans Bruyninckx. “L’eco-innovazione è la chiave per affrontare le sfide del 21/o secolo” spiega Bruyninckx, se gli europei vogliono continuare a “vivere bene”, ma “nell’ambito dei limiti ecologici del Pianeta”.

“Avremo bisogno di affidarci pesantemente all’inventivita’ europea. Non si parla solo di nuove invenzioni: incoraggiare e promuovere la diffusione di nuove tecnologie verdi potrebbe essere ancora piu’ importante” conclude il direttore esecutivo dell’Aea. (fonte: Ansa)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati