.Tecnologia / Innovazione, Innovazione

Hacker “bucano” la sicurezza Apple per sbloccare iPhone e iPad rubati

di

 

La ‘nuvola’ di Apple e’ utilizzata da 400 milioni di utenti in tutto il mondo e, oltre a custodire i dati, permette a distanza di bloccare e ‘azzerare’ iPhone e iPad.

Secondo quanto riferito dal quotidiano olandese ‘De Telegraaf’, la banda di hacker ‘Doulci’, composta da olandesi e marocchini, e’ riuscita a disattivare il blocco di 30mila iPhone rubati.

I criminali affermano di aver trovato un’enorme falla in iCloud, e sfruttandola avrebbero già sbloccato decine di migliaia di iPhone e altri dispositivi rubati. Lo stesso exploit in teoria permette si attivare dispositivi nuovi senza passare dai server Apple (sarebbe impossibile se sono denunciati) oppure di riattivare un telefono che è stato resettato alle impostazioni di fabbrica. 

Non si attiva la parte telefonica però, per cui ci si ritrova sostanzialmetne con un iPod – ma se è costato poco a molti non importa, e con gli iPad il solo Wi-Fi è più che sufficiente. Le testimonianza riportate tramite Twitter (qui e qui) raccontano che la procedura non ha sempre successo, ma i risultati sono comunque notevoli.  

A quanto pare, i due hacker avrebbero scoperto la vulnerabilità oltre cinque mesi fa, analizzando i pacchetti di comunicazione tra un iPhone 5S e i server iCloud. Introducendo una terzo dispositivo in questo passaggio, un computer in grado di intercettare e tradurre i pacchetti, la coppia sarebbe riuscita a comprendere gli algoritmi di Apple e a carpire altri dati dei clienti. Le informazioni sono tuttavia volutamente vaghe: il duo non ha intenzione di divulgare la procedura messa in atto, per evitare danni agli utenti e la fioritura del mercato nero dei dispositivi portatili sottratti ai legittimi proprietari. 

Dietro l’attacco hacker, secondo il giornale olandese, ci sarebbe un business internazionale: i telefoni rubati vengono comprati a un centinaio di euro sul web e rivenduti dopo essere stati sbloccati a un prezzo che oscilla tra i 450 e i 700 euro. 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati