.Tecnologia / Innovazione, Innovazione

Ecco perché tutte (o quasi) le App per il fitness dovrebbero anche misurare l’umore

di

 

Forse anche per questo non c’è device, sviluppatore, store che non proponga una App per il fitness. Potete allenarvi contando quanta strada avete percorso correndo o in bici, quante calorie avete bruciato (e relativi piatti di pasta potete mangiare), quanto ancora dovete allenarmi se avete in mente un obiettivo preciso.

Da qualche tempo le più popolari App per il fitness, sono anche in grado di misurare il vostro umore, ed i relativi miglioramenti dovuti all’attività fisica (o al fatto che finalmente state dimagrendo).

Dal famosissima Nike Fuelband a Jawbone Up, passando per Fitbit, quansi tutte le App più popolari per il fitness, mettono a disposizione dell’utente un monitoraggio degli umori di base.

Sono poi disponibili diverse App dedicate esclusivamente al tracciamento dell’umore ed all’ottimizzazione dello stesso, come OptimizeMe (che può essere integrato per l’App per fitness Move, che ha anche un tracker interno per l’umore), o il T2 Mood Tracker, che misura la correlazione tra la frequenza degli allenamenti e l’umore.

In tanti cominciano a pensare che i tracker per l’umore siano ormai una opzione fondamentale per ogni prodotto tecnologico dedicato al fitness, non solo per quelli più venduti.

Anche perchè un esercizio fisico regolare, cos’ come aiuta a prevenire le malattie cardiache, l’obesità , e una serie di altri disturbi , può anche alleviare i sintomi di ansia e depressione . La Mayo Clinic suggerisce di allenarsi 30 minuti al giorno 3-5 volte a settimana, ma anche solo 10 o 15 minuti di esercizio fisico alla volta possono avere un impatto positivo favorendo il rilascio di neurotrasmettitori ed endorfine.

Inoltre , un follow-up di uno studio del 1999 pubblicato negli Archives of Internal Medicine ha scoperto che gli effetti positivi di esercizio è più duraturo degli antidepressivi .

Ma la ricerca mostra anche che l’esercizio fisico deve essere un’abitudine a lungo termine se si vuole che sia efficace dcontro la depressione o l’ansia. Per chi soffre di disturbi dell’umore però non è sempre difficile trovare la motivazione o la voglia per fare allenamento, ed è per questo che i dispositivi per il fitness possono essere d’aiuto, purché abbiano un tracker dell’umore che funzioni davvero.

Certo le funzionalità di monitoraggio dell’umore per applicazioni di fitness non sono una panacea. Niente lo è. Ma tracciare l’umore non è solo utile per le persone che stanno affrontando un disturbo ad esso correlato.

 

Nel lungo termine, un tracker dello stato d’animo ben progettato può offrire agli utenti dati importanti e ispirarli a vivere una vita più sana . Da un punto di vista del business inoltre, motiverebbe gli utenti a continuare a comprare le versioni aggiornate dei loro gadget. Rivelandosi un ottimo antidoto allo stress anche per sviluppatori e App store.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati