skip to Main Content

Ntv pronta allo sbarco in Borsa. E al mercato Europeo

Ntv

Mentre Ntv punta a far correre Italo su tratte Europee e interregionali italiane, la società si prepara allo sbarco in Borsa

 

Ntv, Nuovo Trasporto Viaggiatori, è un’impresa ferroviaria italiana privata che opera nel campo dei trasporti ferroviari ad alta velocità. Fondata nel dicembre 2006 da  Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Giuseppe Sciarrone, Gianni Punzo, la società è stata negli ultimi anni la prncipake concorrente dei Frecciarossa e dei Frecciargento di Trenitalia.

Non opera in tutta Italia, anche se intende allargare il proprio business, anche alle tratte interregionali, e grazie all’ingresso di Peninsula Capital è tornata ad essere una società appetibile per il mercato. Tanto appetibile che è pronta a sbarcare in borsa. Approfondiamo insieme.

5 anni di attività

ntvNel 2006 tutto prende vvio lentamente: Italo è solo una stratup. La fase operativa aziendale arriva solo il 28 Aprile 2012: treni ad alta velocità, però, coprono esclusivamente la dorsale  Napoli-Roma-Firenze-Bologna-Milano. Poi si aggiungono Salerno e, a partire dall’ottobre 2012,  la tratta Roma-Venezia, che fa tappa a Bologna, Padova e Mestre.

Da dicembre 2012, Italo si ferma anche preso la stazione di Torino Porta Susa e a giugno 2013 anche a Reggio-Emilia (Mediopadana).
Fra il 2014 e il 2015 Italo arriva a Roma Termini (precedentemente era solo Roma Tiburtina), Milano Centrale e Verona. Nel 2016 farà soste anche a Brescia e Ferrara. A cinque dall’entrata in attività, Italo serve 13 città e 18 stazioni. Sulla tratta Roma Termini-Milano Centrale viaggiano 15 treni No Stop che collegano le due città in sole 2 ore e 55 minuti (frequenza di un treno ogni mezz’ora nelle ore di punta).

Nei prossimi mesi arriveranno 12 nuovi convogli.

Non solo rotaie

I servizi di Italo non si fermano alle rotaie. Il 13 dicembre 2015 infatti ha preso il via il progetto Italobus, sistema di trasporto su gomma, che consente di raggiungere diverse stazioni dell’A/V utilizzando un unico biglietto.

Ricavi in crescita

A fronte di un inizio davvero difficile e pieno di difficoltà, attraverso una ristrutturazione del debito e una ricapitalizzazione da 100 milioni nel 2015, nel 2016 Ntv inizia a registrare i primi utili.
Anche l’ultima trimestrale (30 giugno 2017) sembra dare ragione ai fondatori: i ricavi sono in crescita a 219,2 milioni di euro contro i 174,7 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente, con un incremento del  25,5%. Ebitda in crescita 65,1 milioni contro i 42 milioni al 30.6.2016, con un incremento del 54,9%.

Flavio Cattaneo nuovo Ad di Ntv

CattaneoNumeri a parte, la società ha subito delle piccole rivoluzioni nelle ultime settimane. A due mesi dall’addio a Tim, infatti, Flavio Cattaneo è tornato alla guida della società di trasporto, in qualità di amministratore delegato. Lo ha stabilito il cda del gruppo, presieduto da Andrea Faragalli Zenobi, che si è riunito oggi. A settembre 2017, infatti, il l Presidente, Andrea Faragalli Zenobi, ha deciso di rassegnare le sue dimissioni dal ruolo di Presidente esecutivo per ragioni personali e il Consiglio di Amministrazione ha provveduto quindi a nominare Presidente della società Luca Cordero di Montezemolo, socio fondatore nel 2006, e Cattaneo, amministratore delegato (aveva guidato l’azienda fino a  marzo 2016).

Il Cda ha quindi deliberato un aumento di capitale di circa 15 milioni di euro riservato a Flavio Cattaneo che gli permetterà di salire a oltre il 5,1% del capitale, a dimostrazione dell’impegno e della fiducia nel futuro sviluppo dell’azienda.

L’arrivo di Peninsula Capital

A metà anno era cambiata anche la compagine azionaria. Peninsula Capital, con l’acquisizione del 13% del capitale, è diventata uno dei maggiori soci. A giugno 2017, poi, la società aveva lanciato la prima emissione obbligazionaria, chiusa in anticipo e con una richiesta circa 4 volte superiore all’offerta.

Si punta all’Europa

Ora l’azienda vorrebbe puntare all’Europa. E in occasione della presentazione del nuovo Pendolino Evo, tenutasi solo qualche giorno fa, il presidente Luca di Montezemolo ha sostenuto che “Lo stesso nostro modello si può esportare in altri Paesi adesso puntiamo alle gare in Gran Bretagna. Quando si apriranno in Europa nel 2020 vedremo”.

Tra tre anni, infatti, partiranno le gare in Europa con la possibilità per gli operatori stranieri di entrare nei mercati ferroviari esteri. E Ntv intende spandersi affiancando imprenditori e partner locali.

E alle tratte interregionali

ntvResta l’Italia, comunque, il principale piano di sviluppo della società. E mentre i nuovi 12 Pendolino si preparano a debuttare sulle rotaie, Itali spera in una apertura alla concorrenza per i servizi interregionali. “Noi siamo presenti sull’alta velocità perché è stata quella liberalizzata, ma saremmo pronti a partecipare a delle gare vere nelle tratte interregionali”, ha assicurato Luca di Montezemolo.

2018: lo sbarco in Borsa

Tra i piani di Ntv c’è anche lo sbarco in Borsa, previsto secondo le parole di Montezemolo per il 2018. “Andremo in Borsa l’anno prossimo, nel 2018 ci quotiamo”, avrebbe dichiarato Montezemolo ospite della trasmissione “Night Tabloid”. L’Ipo era già nell’aria, ma ancora non vi era una data.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore