.Economia, Economia

Ddl Concorrenza, stretta sul selfie-spot. E non solo

di

selfie

Nel Ddl Concorrenza prevista una stretta sui selfie-spot: sarà possibile regolamentare i post su Facebook, Instagram o Twitter dei volti noti

 

 

Il Ddl concorrenza ha superaro il primo step, ricevendo il via libera dalla Camera dei deputati. Tante le novità introdotte dal ddl e numerose le categorie coinvolte: professionisti, mercato energetico, assicurazioni, distributori di benzina, telemarketing, odontoiatri e web influencer. Ma andiamo per gradi.

Il Ddl concorrenza passa alla camera

ManovraIl Ddl concorrenza ottiene il primo via libera, con a 218 sì, 124 no e 36 astenuti il disegno di legge sulla concorrenza viene approvato dalla Camera. Ora il provvedimento passa al Senato, per le ultime modifiche al testo e l’approvazione finale. Si tratta del quarto passaggio tra Montecitorio e Palazzo Madama.

Tra le novità principali introdotte dal Governo, c’è la stretta anche sui web influencer: presto potrebbero arrivare nuove regole per la pubblicità promossa in modo occulto dagli utenti dei social con maggior numero di follower, secondo un ordine del giorno approvato alla Camera e proposto da Sergio Boccadutri, deputato del Pd. E allora partiamo da questa novità.

Nuove regole per i web influencer

Il documento impegna il governo a intervenire a livello legislativo sulle attività dei web influencer, “affinché l’attività dei web influencer sia regolata, permettendo ai consumatori di identificare in modo univoco quali interventi realizzati all’interno della rete Internet costituiscano sponsorizzazione”. In pratica, sarà possibile regolamentare i post su Facebook, Instagram o Twitter dei volti noti di cinema, moda, sport o spettacolo che si prestano alla sponsorizzazione di marchi più o meno famosi.

“Grazie alla nostra sollecitazione, Sergio Boccadutri ha presentato un ordine del giorno che è stato approvato durante l’esame del ddl Concorrenza sul tema della pubblicità promossa in modo occulto dai web influencer”, hanno fatto sapere dall’Unc, l’unione nazionale consumatori che aveva sollevato il problema dei selfie sponsorizzati e in generale della pubblicità camuffata sui blog ed i social network, presentando nei mesi scorsi un esposto all’Antitrust. Proprio l’Unc aveva chiesto l’intervento anche dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. “Il nostro obiettivo è avere regole chiare che, accanto ad ogni foto sponsorizzata, compaia sempre una didascalia che informi correttamente del carattere promozionale del messaggio”.

Rc auto, sconti e scatola nera per i bravi automobilisti

Il Ddl concorrenza promette sconti a chi installa la scatola nera e a tutti coloro che non causano incidenti da 4 anni pur vivendo nelle province a più alto tasso di incidenti stradali.

E ancora: entro un anno dall’entrata in vigore della norma, il governo è delegato ad adottare un decreto sull’obbligo di installazione della scatola nera. Per il risarcimento danni non patrimoniali da sinistri stradali la legge prevede che si userà la tabella unica del Tribunale di Milano.

Energia: da luglio 2019 stop al mercato tutelato

E’ deciso: dal 1° luglio 2019, è deciso lo stop al mercato tutelato per elettricità e gas. È prevista anche la possibilità di rateizzare le maxi bollette per ritardi o disguidi dovuti al fornitore.

Le nuove norme, poi, vietano la possibilità di mettere all’asta la fornitura di energia elettrica per quegli utenti che non avranno optato per un operatore alla scadenza del regime di mercato tutelato.

Stop al Monopolio di Poste

Da settembre 2017 non sarà più solo Poste a poter inviare multe e notifiche.

La norma Booking

Stop al “parity rate”: questo è quanto deciso dalla norma Booking. In pratica, gli albergatori potranno praticare prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli offerti da intermediari terzi, anche online, cioè dalle tariffe proposte per prenotare una stanza negli hotel da una a cinque stelle dalle piattaforme digitali, come appunto Booking.

Tv e telefonia: è più facile recedere dal contratto

smartphoneIn base alle nuove norme che introdurrà il Ddl Concorrenza, le compagnie dovranno informare i clienti di quali spese dovranno affrontare in caso di cambio operatore per il telefono o l’abbonamento alla televisione.

E ancora: cambiare operatore e annullare un contratto (con il recesso) sono operazioni che il consumatore potrà fare anche per via telematica. Il contratto non potrà essere superiore ai 24 mesi. Sarà più semplice anche cambiare operatore per il settore telefonia

Sale il numero dei notati

L’esercizio della professione forense in forma societaria è consentito a società di persone, a società di capitali o a società cooperative iscritte in un’apposita sezione speciale dell’albo tenuto dall’ordine territoriale nella cui circoscrizione ha sede la stessa società.

Saranno necessari anche più notai, il cui numero sale a uno ogni 5 mila abitanti (oggi sono uno ogni 7 mila abitanti).

Farmacie, tetto del 20% alle società su base regionale

Nuove norme anche per le farmacie. Le società di capitali non potranno acquistare più del 20% di farmacie su base regionale. I titolari potranno prestare servizio in orari e periodi aggiuntivi rispetto a quelli obbligatori, ma solo dopo aver dato comunicazione all’autorità sanitaria competente, ovvero alla Asl di zona, e alla clientela. Inoltre i farmaci di fascia C continueranno a essere venduti solo in farmacia.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati