Mobilità

Toyota, Airbus, Volvo e Jaguar finanziano un sistema open source per la guida autonoma

di

guida

Tutti i dettagli su Apex.OS frutto degli investimenti di Toyota, Airbus Ventures, Volvo e Jaguar Land Rover

Quando si sviluppa un’auto a guida autonoma le case automobilistiche tendono ad entusiasmarsi per cose come l’interpretazione dei dati dei sensori, il processo decisionale e la pianificazione del movimento.

Tuttavia, se si vuole creare un veicolo a guida autonoma, ci sono tutta un’altra serie di elementi che bisogna considerare e molti di questi sono assolutamente critici. Cose del tipo ‘come si fa a creare una rete affidabile all’interno del proprio veicolo?’. Oppure ‘come si gestisce la memoria e la registrazione dei dati?’ O ancora: ‘in che modo riuscite a far si che i vostri sensori e i vostri computer parlino tra loro allo stesso tempo? E come vi assicurate che sia tutto ciò sia stabile e sicuro?’.

NELLA ROBOTICA ESISTE ROS

Nella robotica, il Robot Operating System (ROS) ha offerto una soluzione open-source per affrontare molte di queste sfide. Il ROS fornisce ai ricercatori e alle aziende le basi su cui costruire, in modo che possano concentrarsi sui problemi specifici a cui sono interessati senza dover spendere tempo e denaro per la creazione di tutta l’infrastruttura software sottostante.

ORA ARRIVA APEX.OS

In questo senso anche le auto a guida autonoma possono godere ora di una situazione simile: La startup californiana Apex.AI ha annunciato la disponibilità di Apex.OS 1.0, un framework open source – basato su Robot Operating System (ROS) 2 – che ha proprio l’obiettivo di facilitare lo sviluppo di software e sistemi per auto a guida autonoma.

Il sistema operativo Apex.AI di Apex, che oggi è arrivato alla versione 1.0, estende questa idea dalla robotica alle auto autonome. Promette di aiutare le case automobilistiche ad accorciare i tempi di sviluppo, e se avrà lo stesso effetto che ROS ha avuto sulla robotica, potrebbe aiutare ad accelerare l’intera industria automobilistica della guida autonoma.

TOYOTA, VOLVO E JAGUAR FRA GLI INVESTITORI

In sostanza si tratta di un sistema operativo che libera gli sviluppatori dai compiti di basso livello, offrendo una piattaforma realizzata in C++ su cui basare il proprio codice , indipendente dalle applicazioni che vi gireranno sopra. Apex.AI ha fra i suoi investitori Toyota AI Ventures, Airbus Ventures, Volvo Group Venture Capital, HELLA Ventures e Jaguar Land Rover InMotion Ventures.

IL CEO DI APEX BECKER: I CLIENTI POTRANNO CONCENTRARSI SU APPLICAZIONI SPECIFICHE

Intervistato dal magazine “Spectrum”, il ceo di Apex.AI Jan Becker ha detto che Apex.OS “è un fork di ROS 2 che è stato reso robusto e affidabile in modo da poter essere utilizzato per lo sviluppo e l’implementazione di sistemi altamente critici per la sicurezza come veicoli autonomi, robot e applicazioni aerospaziali. Apex.OS è compatibile con le API del ROS 2. In poche parole, Apex.OS è un SDK per software di guida autonoma e altre applicazioni di mobilità safety-critical. I componenti consentono ai clienti di concentrarsi sulla costruzione delle loro applicazioni specifiche senza doversi preoccupare del passaggio dei messaggi, dell’esecuzione affidabile in tempo reale, dell’integrazione hardware e altro ancora”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati