skip to Main Content

ChargeGuru Zeplug

Infrastrutture di ricarica, perché ChargeGuru e Zeplug si fondono

L'ambizione post fusione tra ChargeGuru e Zeplug è quella di creare più di 100.000 punti di ricarica in Europa entro il 2025

 

Matrimonio nel settore delle infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. Il provider di soluzioni di ricarica per mezzi alla spina ChargeGuru si è fuso infatti con Zeplug, operatore di infrastrutture di ricarica per condomini residenziali ed uffici.

COSA FARANNO CHARGEGURU E ZEPLUG

ChargeGuru opera in 10 Paesi dal 2018. Zeplug ha reso disponibile la possibilità di ricaricare i propri veicoli elettrici all’interno di condomini residenziali e uffici, modello adottato da 15.000 edifici in Francia.

Il gruppo investirà i 240 milioni di euro raccolti da Zeplug nel 2022 grazie all’intervento del fondo infrastrutturale ICG (Intermediate Capital Group). L’ambizione è quella di creare più di 100.000 punti di ricarica in Europa entro il 2025. La fusione rafforzerà anche le partnership già esistenti con più di 20 case automobilistiche in tutta Europa.

LO SCENARIO

Secondo la European Automobile Manufacturers’ Association (ACEA), le vendite dei veicoli elettrici sono aumentate del 21% in Europa nel 2023. L'obiettivo della Commissione europea è di avere il 35% dei veicoli elettrici sul mercato europeo entro il 2030.

Back To Top