Mobilità

Tutti i guai di Didi Chuxing, la Uber cinese

di

Didi sharing economy

Venerdì pomeriggio una donna è stata violentata e accoltellata da un autista del servizio Hitch di Didi Chuxing. E’ il secondo caso in 3 mesi. Articolo di Giusy Caretto 

Guai seri in casa Didi Chuxing, che negli scorsi anni ha acquistato le attività cinesi di Uber: la società ha sospeso il servizio di car pooling Hitch in seguito al secondo femminicidio in tre mesi da parte di autisti.

La brutta notizia, come scrive The New York Times,  arriva in un momento particolarmente delicato per l’azienda di ride sharing, impegnata ad espandersi in tutta la Cina e pronta a fare il grande salto in borsa.

COSA E’ ACCADUTO

Partiamo dai fatti (gli ultimi). Venerdì, una donna ha utilizzato il servizio Hitch, nella città orientale di Wenzhou. Purtroppo il passaggio si è trasformato in tragedia: la donna è stata violentata e accoltellata dall’autista, arrestato nella giornata di sabato.

A maggio scorso, un assistente di volo di 21 anni è stata trovata morta dopo aver utilizzato il servizio di Didi’s Hitch nella città centrale di Zhengzhou.

LE RESPONSABILITÀ DELL’AZIENDA

Se è vero che il conducente non ha precedenti penali e ha fornito documenti autentici alla compagnia, è anche vero che un altro passeggero aveva presentato una denuncia contro lo stesso autista giovedì, sostenendo che il conducente aveva chiesto più volte al passeggero di sedersi accanto a lui, ha portato il passeggero in un posto remoto e poi lo ha seguito una volta sceso dalla vettura.

Didi, ovviamente, si assume tutte le sue responsabilità per non aver indagato sulla denuncia: “Come piattaforma, abbiamo deluso la fiducia del pubblico in noi e non possiamo sottrarci a questa responsabilità”, ha affermato la società.

FIOCCANO LICENZIAMENTI

La società ha licenziato Huang Jieli, il direttore generale di Hitch, e Huang Jinhong, vicepresidente e responsabile dell’assistenza ai clienti.

53 CASI IN 4 ANNI

Quelli appena raccontati, però, sono solo gli ultimi casi. Dopo l’episodio di maggio, infatti, le agenzie di stampa cinesi hanno raccontato di numerosi casi di violenza e molestie. Almeno 53 donne sono state violentate o molestate sessualmente dai conducenti di Didi negli ultimi quattro anni.

PROVE DI SICUREZZA (INUTILI)

Dopo quanto accaduto a maggio, Didi ha annunciato diverse misure per migliorare la sicurezza dei passeggeri: la società ha anche sospeso, per alcune settimane, il servizio Hitch tra le 22:00 e le 6:00 ogni giorno, per poi riattivarlo nel mese di giugno con l’obbligo ai conducenti uomini di non poter far salire a bordo delle vetture passeggeri donne. A nulla, però, è servito il tutto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati