Mobilità

Come Francia e Germania si elettrizzano con le batterie per auto

di

francia batterie macron

I progetti di Francia e Germania, con Total e Psa, nelle batterie per auto. Inaugurato in Francia il primo impianto pilota

Un primo passo verso l’Airbus europeo delle batterie. Mentre le vendite di auto elettriche crescono più del previsto (spingendo anche al rialzo le stime al 2050), Francia e Germania muovono i primi passi per traghettare l’Europa nel fiorente mercato delle batterie.

In Francia, in Nuova Aquitania precisamente, sta per sorgere il primo impianto pilota per lo sviluppo delle batterie al litio per le auto elettriche, grazie alla joint venture tra i gruppi francesi Total e Psa. Tutti i dettagli.

IL PRIMO IMPIANTO EUROPEO PER LE BATTERIE

E’ stato inaugurato in Francia, alla presenza del presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, e del ministro dell’Economia, Bruno Le Maire, il primo impianto pilota per lo sviluppo delle batterie al litio per le auto elettriche. Sorgerà nella fabbrica Saft di Nersac e sarà operativo a metà 2021, dando vita a 200 posti di lavoro. Vanterà una capacità di 8 gigawattora incrementabile fino a 24 Gwh.

TOTAL E PSA PROTAGONISTE

Protagoniste del progetto sono la compagnia energetica Total e la casa auto francese Psa, che per l’occasione hanno dato vita a una joint venture denominata Automotive Cell Company (Acc),con le loro rispettive controllate Saft e Opel.

VERSO L’AIRBUS DELLE BATTERIE

La Joint Venture ha obiettivi. L’impianto francese, infatti, è solo la prima tappa di un progetto ben più ampio, che punta alla nascita in Europa di un’Airbus delle batterie (Francia e Germania, in pratica intendono replicare quanto fatto nel campo aeronautico). Total e Psa lavoreranno anche alla nascita di una seconda fabbrica in Germania, che dovrebbe essere operativa, al più tardi nel 2024.

LA FABBRICA TEDESCA

La fabbrica tedesca nascerà a Kaiserslautern, un sito tradizionalmente legato alla produzione di auto a combustione. “Stiamo costruendo una vera e propria giga factory”, ha detto Michael Lohscheller, amministratore delegato della Opel, secondo cui il sito di Kaiserslautern diverrà “la più grande fabbrica per le batterie in Germania”. L’impianto dovrebbe creare circa 2.000 nuovi posti di lavoro e vantare una capacità combinata (con il sito francese) di 48 Gwh.

OBIETTIVI

L’obiettivo dell’Automotive Cell Company è arrivare ad una produzione di 1 milione di batterie l’anno (circa 10-15% del mercato europeo) entro il 2030.

“La nostra ambizione in questa nuova società, entro il 2030, è quella di essere in grado di produrre batterie per un milione di veicoli all’anno in Europa, che sarebbero circa il 10-15% del mercato”, ha detto Patrick Pouyanné, ad d Total, rimarcando che si tratta di “una scommessa importante”.

L’INVESTIMENTO

Per la realizzazione del progetto, hanno calcolato Total e Psa, serviranno circa 5 miliardi di euro, ma la joint venture potrà beneficiare di circa 1,3 miliardi di euro di finanziamenti pubblici.

LE PAROLE DI BRUNO LE MAIRE

“Questa iniziativa contribuirà a fare dell’Europa il primo continente a zero emissioni di carbone entro il 2050. Con questa filiera rilocalizziamo la produzione in Europa per produrre batterie più rispettose dell’ambiente rispetto a quelle prodotte in Cina”, ha affermato Bruno Le Maire in occasione dell’inaugurazione dell’impianto francese. “Questa filiera nata sotto l’impulso della Germania e della Francia e sostenuta dalla Commissione Ue raggruppa attualmente sette paesi. Dimostra che l’Europa è capace di costruire la sua sovranità tecnologica e quindi una politica per far fronte alla Cina e agli Stati Uniti”.

AUTO ELETTRICHE: SARANNO OLTRE IL 50% NEL 2030

L’entrata dell’Europa, su spinta di Francia e Germania, nel mercato delle batterie è giustificata dalla stime sulle vendite di auto elettriche. Secondo quanto si legge nel report di Boston Consulting Group Who Will Drive Electric Cars to the Tipping Point?, le vendite dei veicoli a batteria stanno crescendo più velocemente del previsto.

Le vetture elettriche conquisteranno un terzo del mercato entro il 2025 e il 51% entro il 2030, superando le vendite di veicoli alimentati esclusivamente da motori a combustione interna. Il Boston Consulting Group ha rivisto al rialzo le sue previsioni: nel 2017 aveva ipotizzato, infatti, che le vendite di veicoli elettrici coprivano un quarto del mercato entro il 2025 e si avvicinavano al 50% entro il 2030.

batterie

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati