Mobilità

L’auto elettrica e gli (innumerevoli) sforzi per piacere

di

auto elettrica Cina

Tutte (quasi) le novità dal mondo dell’auto elettrica nell’articolo di Giusy Caretto

Conquista gli utenti, poi cambia, muta, si evolve. E’ questa la storia dei prodotti dirompenti, che promettono una rivoluzione da cui non si può tornare indietro. Anche l’auto elettrica promette un cambiamento radicale della mobilità: azzera le emissioni al tubo di scarico, fa risparmiare sul carburante e sulla gestione.

I motivi perché l’auto elettrica conquisti il mercato e i consumatori sono dunque molteplici eppure le vetture a batteria fanno fatica ad affermarsi. Costi troppo alti, ancora, ma anche paura di rimanere a “secco” senza punti di ricarica nelle vicinanze. E così che prima della sua diffusione all’auto elettrica si è chiesto di cambiare, di modificarsi, di migliorarsi.

Le case automobilistiche hanno recepito il messaggio ed ora fanno a gara per garantire motori e autonomie da record. Mentre i prezzi delle batterie iniziano a calare.

RENAULT ZOE SI DOTA DI NUOVO MOTORE

Renault Zoe, veicolo elettrico più venduto in Europa, ha un nuovo motore elettrico R110 da 80 kW, che promette un supplemento di potenza e un piacere di guida ancora più intenso. R110 sviluppa, infatti, 12 kW supplementari, con lo stesso ingombro e la stessa massa del vecchio motore R90.

Tra i vantaggi anche una maggiore capacità di accelerazione su strade a scorrimento veloce e autostrade, guadagnando circa 2 secondi nel passaggio da 80 a 120 km/h. Questo significativo miglioramento delle riprese rafforza il comfort di guida a velocità elevata e consente di beneficiare appieno dell’importante autonomia di ZOE.

“Grazie a questa maggior potenza, ZOE guadagna brio e versatilità per un utilizzo extraurbano. Il conducente beneficia appieno del piacere di guida e dell’autonomia di ZOE, la più importante nel mercato dei veicoli elettrici per il grande pubblico”, commenta Elisabeth Delval, Direttore Programma Aggiunto Renault ZOE.

TOYOTA PROGETTA NUOVO MAGNETE

C’è chi pensa anche alle materie prime. E’ il caso di Toyota che ha presentato un nuovo magnete per vetture alimentate a elettricità, che utilizzerà il 50% in meno di neodimio, ovvero di un metallo molto raro la cui domanda (secondo stime Toyota) supererà l’offerta entro un paio d’anni.

Il magnete sarà realizzato sfruttando cerio e lantanio  due metalli molto più economici e disponibili. La sostituzione non è stata facile:  i sostituti tollerano in misura minore il calore.

AUTO ELETTRICA SEMPRE PIU’ ECONOMICA

Il costo delle auto a batteria, presto, sarà più conveniente delle auto a trazione tradizionale, offrendo un risparmio immediato (e molto vantaggioso)ai conducenti.

La ricerca condotta da Bloomberg New Energy Finance mostra che già dal 2025 comprare un’auto a batteria sarà meno dispendioso rispetto ad oggi. Il costo della batteria, attualmente, rappresenta quasi la metà del costo dei veicoli elettrici, ma il prezzo calerà di circa il 77% tra il 2016 e il 2030.

“Il costo delle batteria è in continua discesa e sempre più persone, già a parità di prezzo finale, cominceranno ad adottarli”, ha detto Colin McKerracher, analista di Bloomberg New Energy Finance. “Dopo, quando saranno ancora più convenienti, allora la questione diventa ancora più interessante.”

Bloomberg

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati