Advertisement skip to Main Content

Che cosa è successo in Apple per il caso Xiaopeng Motors?

Xiaolang Zhang è stato arrestato con l’accusa di aver rubato da Apple dati sensibili per la costruzione dell’auto a guida autonoma, con l’obiettivo di voler aiutare azienda cinese. Articolo di Giusy Caretto Portare l’auto a guida autonoma su strada è un obiettivo di tantissime aziende che in questi anni si danno battaglia a colpi di…

Portare l’auto a guida autonoma su strada è un obiettivo di tantissime aziende che in questi anni si danno battaglia a colpi di tecnologia, di indiscrezioni e di segreti. E, secondo una denuncia riportata dalla Bbc, anche a colpi di furti di idee e brevetti.

L’ingegnere Xiaolang Zhang che ha lavorato al progetto di Apple Titan avrebbe rubato i segreti della realizzazione dell’automobile per passarli, presumibilmente, alla cinese Xiaopeng Motors. Andiamo per gradi.

TUTTO HA INIZIO NEL 2015

Xiaolang Zhang fu assunto da Apple nel 2015 per sviluppare software e hardware destinati al progetto dell’auto a guida autonoma. Ma, nell’aprile 2018, dopo essere andato in Cina per una visita, ha detto al suo supervisore che intendeva trasferirsi in Asia per lavorare per Xiaopeng Motors.

UN’IMPORTANTE SOUVENIR

Prima di partire, però, Zhang ha scelto di portare con sé un ricordo, diciamo. Il team di sicurezza di Apple, infatti, ha scoperto che Zhang aveva scaricato “numerose pagine di informazioni” da database segreti e preso anche l’hardware dal suo laboratorio.

L’ARRESTO

Xiaolang Zhang è stato arrestato all’aeroporto di San Jose, in California, il 7 luglio, con l’accusa di aver rubato segreti commerciali.
L’FBI ha dichiarato che i dati includevano “schemi ingegneristici, manuali tecnici di riferimento e relazioni tecniche”. In particolare, il signor Zhang è accusato di aver scaricato sul suo personal computer un “progetto” di 25 pagine per la realizzazione di un circuito automobilistico auto-pilotante, di aver rubato schede di circuito e un server di un computer dal laboratorio Apple.

L’AMMISSIONE

Secondo i documenti depositati un tribunale, Zhang avrebbe ammesso le colpe, aggiungendo di aver utilizzato AirDrop per inviare contenuti sensibili dal proprio dispositivo al Macbook della moglie.
Potrebbe essere multato con 250.000 dollari o finire in carcere per 10 anni, se giudicato colpevole.

IL COMMENTO DELL’AZIENDA CINESE

Xiaopeng Motors dice che non ha ricevuto alcuna “informazione sensibile” da Zhang e si è detta pronta a collaborare con l’Fbi.

Back To Top