.Smart City / Mobilità, Mobilità

#DLeaders, la Smart City secondo Microsoft

di

 

Protagonisti della pubblica amministrazione, della politica, del mondo imprenditoriale, start up legate al mondo dell innovazione e giovani pronti a far mettere a sistema il proprio talento hanno discusso di smart city.

Concetto concreto per indicare la città metropolitana di domani, resa più facile e più vicina ai bisogni dei cittadini grazie alle nuove tecnologie, generando anche opportunità occupazionali e migliorando la qualità della vita.Gli incontri nascono dalla volontà di avviare un confronto e di individuare azioni propositive sulle tematiche legate al mondo dell innovazione e della società digitale.

Il workshop di Napoli segue quello svolto a Milano lo scorso 27 febbraio e precede l appuntamento finale che si terrà a Roma dopo le elezioni europee. Un percorso già avviato lo scorso anno quando furono Roma, Genova e Bruxelles le città teatro dei dibattiti, ultimo dei quali organizzato presso il Parlamento europeo.

“Siamo a Napoli perché Napoli è, per noi, la capitale della creatività e dell innovazione – ha dichiarato Pier Luigi Dal Pino, direttore relazioni istituzionali Microsoft Italia – Nel Mezzogiorno c è il fiorire di nuove idee e di nuove iniziative. Il digitale vive e ha bisogno assolutamente di questa vitalità e di questa positività, anche in momenti economici come quello che stiamo vivendo”.

“Abbiamo bisogno di infondere positività perché – ha aggiunto- il digitale sopravvive soltanto con questa modalità”.Le smart city sono un esempio del digitale che si arricchisce di creatività per essere, poi, utile ai cittadini. “Le smart city sono solo una delle aree di maggior tangibilità della digitalizzazione, in questo caso della pubblica amministrazione, per fare in modo che i cittadini ne possano usufruire.

 

Microsoft sta cercando di ascoltare le esigenze e la percezione del digitale nel mondo metropolitano perché – ha aggiunto Dal Pino – è quello più circoscritto e sta cercando di dare delle risposte. Il nostro ruolo, in questo caso, è semplicemente quello di essere i facilitatori di un dialogo che venga dal basso, dalle persone che sono poi i reali utilizzatori delle tecnologie digitali”, ha concluso.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati