Salute e ricerca

La seconda ondata di Covid? Le discoteche aperte in estate non c’entrano. Parola del prof. Lopalco

di

lopalco

L’epidemiologo Pierluigi Lopalco, assessore regionale alla Sanità in Puglia, oggi ha detto: “Durante l’estate il virus circolava pochissimo. Quello che vediamo è l’andamento naturale della pandemia. Le discoteche potevano stare aperte perché non c’erano positivi, è molto semplice. C’era gente ammassata, ma non positivi”.

Il nuovo Dpcm del governo? Dovrà sicuramente prevedere “una limitazione dei contatti tra le persone che non siano strettamente necessari. Bisogna limitare le aggregazioni sociali”.

Scuole? “Si può pensare di tenere aperte le scuole elementari”.

Le discoteche aperte questa estate? “Le discoteche potevano stare aperte perché non c’erano positivi, è molto semplice. C’era gente ammassata, ma non positivi”.

Parola del virologo Pierluigi Lopalco oggi assessore regionale alla Sanità in Puglia nel corso della trasmissione odierna Omnibus su La7 condotta da Alessandra Sardoni.

Ecco quello che ha detto a sorpresa Lopalco, nonostante la narrazione che c’è stata in queste settimane anche per la decisione del governo di chiudere le discoteche dopo Ferragosto.

ESTATE E DISCOTECHE

Che connessione c’è tra questa seconda ondata di Covid e le discoteche aperte questa estate? Semplice, non ci sono legami secondo il l’epidemiologo Pierluigi Lopalco oggi assessore regionale alla Sanità in Puglia. «Durante l’estate il virus circolava pochissimo. Quello che vediamo è l’andamento naturale della pandemia perché il virus non si può cancellare dalla popolazione. Le discoteche potevano stare aperte perché non c’erano positivi, è molto semplice. C’era gente ammassata, ma non positivi. Faccio un esempio: la Puglia è stretta e lunga, il turismo ha avuto il suo boom nel Salento, il tacco d’Italia, e lì ci sono state discoteche affollate e un sacco di gente in strada. Oggi il Salento è la zona della Puglia meno colpita dalla pandemia. Quindi il problema è che le situazioni locali vanno monitorate», ha rimarcato Lopalco.

IL NUOVO DPCM

Il nuovo Dpcm del governo? Dovrà sicuramente prevedere “una limitazione dei contatti tra le persone che non siano strettamente necessari. Bisogna limitare le aggregazioni sociali”, ha detto l’assessore alla Sanità in Puglia, ospite questa mattina di Omnibus su La7. Lopalco, in merito alle misure necessarie per contrastare l’aumento dei contagi, ha suggerito i comportamenti necessari per superare il momento: “Se facciamo il coprifuoco alle 18, poi l’aperitivo durante il fine settimana si fa alle 16. Non dobbiamo farlo proprio l’aperitivo, non bisogna festeggiare in questo momento e per qualche settimana va rimandato. Bisogna davvero andare al lavoro, tornare a casa e leggersi un bel libro. Questa deve essere la vita degli italiani per le prossime 2-3 settimane”.

LE SCUOLE

Sulla questione relativa alla chiusura delle scuole, l’epidemiologo, come affermato nei giorni scorsi, ha ribadito che “si può pensare di tenere aperte le scuole elementari”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati