skip to Main Content

Pillola Anticoncezionale Maschile

Gli uomini sono pronti per la pillola anticoncezionale maschile?

Dopo 60 anni di passi avanti (ma soprattutto indietro) una pillola anticoncezionale maschile è arrivata alla fase di sperimentazione sugli uomini, ma questa rivoluzione culturale avrà successo? Fatti, numeri e commenti

 

È partita la fase di sperimentazione di una pillola anticoncezionale maschile. A testarla sono 16 volontari nel Regno Unito, si assume quotidianamente e si tratta di un farmaco unico nel suo genere perché privo di ormoni. Dietro questa potenziale rivoluzione c’è la californiana YourChoice Therapeutics, che nel 2022 aveva raccolto 15 milioni di dollari per il suo progetto.

IL TESTOSTERONE È AL SICURO

A differenza della pillola anticoncezionale per le donne, quella in fase di sperimentazione sugli uomini, denominata YCT-529, è priva di ormoni e impedisce la produzione di spermatozoi bloccando l’accesso alla vitamina A.

“YCT-529 blocca una proteina, non gli ormoni, per impedire la produzione di sperma. Riteniamo che questo sia più attrattivo per gli uomini, la maggior parte dei quali considera la prevenzione della gravidanza come una responsabilità condivisa, nonostante le limitate opzioni contraccettive odierne, che sono permanenti o solo moderatamente efficaci”, ha detto Akash Bakshi, co-fondatore e Ceo di YourChoice Therapeutics.

Questa caratteristica infatti è abbastanza importante se si tiene conto che la preoccupazione per l’alterazione del testosterone – da sempre considerato culturalmente indice di virilità – è stata tra le motivazioni che nel tempo non hanno fatto concretizzare una pillola contraccettiva maschile, rendendola di fatto un tabù.

LA PRIMA SPERIMENTAZIONE DI UNA PILLOLA ANTICONCEZIONALE MASCHILE

Gli studi preclinici, finanziati in parte dal National Institutes of Health (Nih), hanno dimostrato che YCT-529 è “efficace al 99% e reversibile al 100%, senza effetti collaterali”, secondo il suo produttore, YourChoice Therapeutics, con sede a San Francisco. Una volta interrotta la somministrazione, infatti, i livelli di fertilità tornano nella norma.

Fonte: YourChoice Therapeutics

Il nuovo farmaco privo di ormoni ha quindi iniziato a essere testato su 16 uomini volontari e la fase 1 della sperimentazione è stata condotta dalla società di sviluppo di farmaci Quotient Sciences, con sede a Nottingham. Questa prima fase esaminerà la sicurezza, la tollerabilità, la farmacocinetica e la farmacodinamica di YCT-529.

Per YourChoice Therapeutics, la sua pillola pensata per gli uomini ha un effetto contraccettivo superiore a quello dei preservativi, tuttavia il National Health Service (Nhs) afferma che questi sono efficaci al 98% se usati correttamente e, inoltre, ancora più importante, proteggono dalle malattie sessualmente trasmissibili.

IL MONDO MASCHILE È DAVVERO PRONTO PER QUESTA RIVOLUZIONE?

Gunda Georg, professoressa presso il College of Pharmacy dell’Università del Minnesota e mente dietro alla pillola YCT-529, si dice ottimista: “Il mondo è pronto per un contraccettivo maschile e fornirne uno privo di ormoni è semplicemente la cosa giusta da fare alla luce di quanto sappiamo sugli effetti collaterali che le donne hanno sopportato per decenni con la pillola”.

Infatti, nonostante il biologo americano Gregory Pincus, padre della pillola anticoncezionale femminile, avesse predetto sessant’anni fa che sarebbe arrivata anche una versione maschile, oggi le uniche opzioni restano la vasectomia e il preservativo, soprattutto perché nel corso del tempo le sperimentazioni sono state interrotte a causa di effetti collaterali simili a quelli che le donne sopportano dalla comparsa della pillola, tra cui acne, cambiamenti d’umore, depressione e riduzione della libido.

Inoltre, alcuni studi hanno recentemente rivelato che l’assunzione di qualsiasi tipo di contraccettivo ormonale da parte delle donne potrebbe aumentare il rischio di tumore al seno e che coloro che assumono comuni antidolorifici, tra cui l’ibuprofene, insieme alla pillola incorrono in un maggiore rischio di coaguli di sangue.

Pincus aggiunse però anche che quando la pillola anticoncezionale per gli uomini sarebbe stata prodotta avrebbe dovuto superare il loro atteggiamento: “Uno dei maggiori problemi che ostacolano gli scienziati è l’atteggiamento degli uomini in generale”. Nel 1964, a seguito di sei anni di sperimentazione, il biologo disse: “Molti temevano che una pillola contraccettiva avrebbe interferito con il loro desiderio sessuale. [E questo] non può essere considerato accettabile”.

UOMINI CHE VOGLIONO ALTERNATIVE

Alcune indagini, in alcune parti del mondo, tuttavia mostrano che il modo di porsi degli uomini sta cambiando. In Australia, per esempio, la dottoressa Clare Boerma, direttrice di Family Planning Australia, afferma che ci sono stati “grandi cambiamenti” nell’atteggiamento degli uomini e della società in generale. Ma per condividere la responsabilità e in mancanza di alternative, molti uomini stanno ricorrendo alla vasectomia, tanto che nel decennio fino al 2022-23 si è registrato un aumento del 75%, passando da 22.213 nel 2013-2014 a 38.875.

Anche in Francia molti uomini hanno fatto della questione una battaglia di uguaglianza, rivolgendosi al governo per portare avanti la ricerca sulla contraccezione maschile e secondo uno studio del 2021 pubblicato sul Journal of Sex Research, gli uomini disposti ad assumere contraccettivi maschili varia tra il 34% e l’82,3%.

Back To Top