Reti per la crescita

Fibra, rete mista e rame: come funziona il semaforo Agcom

di

fibra TIM

Agcom ha definito le diverse tipologie di infrastruttura fisica utilizzate per l’erogazione dei servizi di telefonia, distinguendo le reti in fibra dalle reti ibride e dalle reti in rame


C’è fibra e fibra. Come c’è fibra e c’è rame. Lo sa bene il governo, lo sanno bene gli operatori del settore e lo sa bene anche AgCom. Meno informati, invece, sono i consumatori, che spesso acquistano servizi senza sapere quale tipo di tecnologia si nasconda dietro al prezzo proposto e, dunque, se la linea che dovrebbe garantire loro la connessione sia in fibra “pura”.

Da ora in poi, tutto cambia: sarà un bollino verde a identificare la fornitura di servizi di connettività su una rete interamente in fibra fino all’unità immobiliare dell’utente (FTTH) o almeno fino all’edificio (FTTB). Andiamo per gradi.

UN SEMAFORO PER LA FIBRA

Partiamo dall’inizio. Nel luglio 2018, in ottemperanza al decreto legge n.148 del 16 ottobre 2017, è stata adottata una delibera con la quale vengono definite le diverse tipologie di infrastruttura fisica utilizzate per l’erogazione dei servizi di telefonia e vengono invitati gli operatori di settore a garantire, sia nei messaggi pubblicitari, sia nelle comunicazioni commerciali e contrattuali, piena trasparenza nella presentazione delle infrastrutture fisiche.

Le nuove misure dovrebbero mettere fine alla serie di irregolarità riscontrate finora e che hanno portato a una serie di sanzioni nei confronti dei principali operatori italiani.

FIBRA FINO AD ABITAZIONE

E’ possibile definire offerta “Fibra” solo nel caso in cui l’infrastruttura base sia costituita esclusivamente da una rete di accesso in fibra, nei collegamenti orizzontali fino all’edificio (FTTB) o fino all’unità immobiliare dell’utente (FTTH). L’operatore solo in questo caso potrà utilizzare nella propria comunicazione commerciale la dicitura “F” sottotitolata “fibra”, scritta in bianco all’interno di un bollino rotondo di colore verde.

È esattamente questa la fibra di Open Fiber, la società co-partecipata da Enel e Cdp, che sta portando avanti un capillare piano di cablaggio in 271 città, da Nord a Sud isole comprese. La tecnologia di Open Fiber garantisce a tutti, nessuno escluso, l’inedita velocità di accesso al web di 1 Gigabit al secondo con latenza al di sotto dei 5 millisecondi.

LE RETI MISTE

Bollino giallo e scritta FR, invece, per le reti ibride (o miste), ovvero per le infrastrutture in cui la fibra arrivi soltanto fino a nodi intermedi, l’armadio di strada (FTTC, Fiber To The Cabinet) o la stazione radio base (FWA, Fixed Wireless Access).

LA RETE ADSL

Il bollino rosso con una R bianca, invece, individua l’Adsl, una rete interamente in rame.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati