Mondo, Pagamenti digitali / Fintech

Swift e Sia-Colt Telecom agguantano le licenze Bce per i servizi di pagamento digitali dell’Eurosistema

di

Sia-Colt e Swift firmeranno un contratto con l’Eurosistema per offrire la connettività a tutti i servizi dell’infrastruttura di mercato dell’Eurosistema attraverso l’Eurosystem Single Market Infrastructure Gateway (Esmig)

A spuntarla nella gara per fornire servizi di connessione alla piattaforma Esmig a partire da novembre 2021, in qualità di Network Service Provider per i servizi TARGET dell’Eurosistema, sono state la società cooperativa globale, leader nel mondo nell’offerta di servizi per la messaggistica in campo finanziario Swift e l’italiana Sia (che si era alleata con Colt Telecom).

I due fornitori di servizi di rete hanno completato già a metà la seconda fase della gara d’appalto Esmig, dopo che la giuria ha accettato le loro offerte. Fatti salvi i controlli obbligatori in corso, Sia-Colt e Swift firmeranno un contratto con l’Eurosistema per offrire la connettività a tutti i servizi dell’infrastruttura di mercato dell’Eurosistema attraverso l’Eurosystem Single Market Infrastructure Gateway (ESMIG).

“SWIFT ha partecipato alla gara da sola. Come è avvenuto per T2S, forniremo ai nostri clienti soluzioni end-to-end che gli consentiranno di avvalersi degli investimenti già effettuati con SWIFT. Collaboreremo anche con i fornitori dell’applicazione utilizzata dai nostri clienti per far sì che la nostra community sia pronta per questo progetto importante”, hanno fatto sapere da Swift a Start Magazine.

BANKITALIA SCELTA COME CAPOFILA DELLA GARA

La gara era stata indetta da Bankitalia in qualità di capofila indicata dalla Bce per la gara necessaria a individuare tre network service provider (Nsp) cui affidare in concessione decennale l’erogazione dei servizi di connessione del cosiddetto Esmig, l’Eurosystem single market infrastructure gateway, cioè l’infrastruttura su cui correranno tutte le transazioni digitali del mercato unico europeo. Insieme a Deutsche Bundesbank, Banque de France e Banco de España, Banca d’Italia è infatti l’istituto che è stato scelto dalla Bce per guidare la realizzazione della cosiddetta T2-T2S Consolidation, una delle proposte chiave di Vision 2020, l’ambizioso piano strategico dell’Eurosistema per l’evoluzione delle infrastrutture di mercato.

SWIFT SUPPORTA 254 SISTEMI DI PAGAMENTO NAZIONALI E REGIONALI IN TUTTO IL MONDO

La scelta di SWIFT attraverso gara pubblica d’appalto dell’Eurosistema, sottolinea una nota della stessa azienda “pone in evidenza la fiducia nei servizi di SWIFT da sempre impegnata a sostenere le infrastrutture di mercato e la continua innovazione SWIFT supporta 254 sistemi di pagamento nazionali e regionali in tutto il mondo”. Alain Raes, Chief Executive EMEA e Pacific Asia, di SWIFT, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di diventare un Network Service Provider per tutti i Servizi TARGET. Prendiamo molto seriamente il nostro ruolo all’interno di questo importante progetto infrastrutturale e stiamo già lavorando sia con l’Eurosistema sia con i nostri clienti per aumentare la consapevolezza sulle tempistiche ristrette e per garantire una migrazione di successo e senza ostacoli della comunità”.

L’ESMIG È LA SPINA DORSALE DEI PAGAMENTI DEL MERCATO UNICO DEI SERVIZI FINANZIARI. AL VIA DAL 2021

L’Eurosystem Single Market Infrastructure Gateway (ESMIG) è una componente tecnica nell’ambito del progetto T2-T2S Consolidation che consolida l’accesso dei partecipanti al mercato direttamente collegati a tutte le infrastrutture di mercato fornite dall’Eurosistema. Per dirla con il Sole 24 Ore “la sfida lanciata dalla Banca centrale europea è di costruire un ‘backbone’ (spina dorsale, ndr) unico all’insegna dell’interoperabilità, un ‘tubo’ su cui far scorrere un fiume in piena di transazioni digitali pronte a muoversi in tempo reale. L’Esmig è infatti la chiave di accesso all’infrastruttura europea per i pagamenti, il ‘sistema nervoso’ del mercato unico dei servizi finanziari su cui potranno viaggiare pagamenti, bonifici, instant payment, transazioni crossborder, che dovrà essere operativo entro il 2021”.

OLTRE 540 MILIONI IL VALORE STIMATO DELLE CONCESSIONI

Il valore totale stimato delle tre concessioni è pari a 541,7 milioni di euro, calcolato “sulla base dei volumi attuali di traffico per T2 e T2S, dei prezzi massimi offerti dagli attuali concessionari e di ipotesi sui volumi di traffico di Tips e altri servizi quali Ecms e dei relativi prezzi attesi”.

SWIFT “SI IMPEGNA A GARANTIRE UN ACCESSO DI ELEVATA QUALITÀ E AD UN PREZZO COMPETITIVO A TARGET

In qualità di uno dei due fornitori selezionati dall’Eurosistema, SWIFT “si impegna a sostenere i propri clienti nei rispettivi progetti di consolidamento della piattaforma TARGET e migrazione a ESMIG”. SWIFT assicurerà “un accesso di elevata qualità e ad un prezzo competitivo a TARGET Instant Payment Settlement (TIPS) per i pagamenti istantanei, a TARGET2 (T2) per i pagamenti di importo elevato, a TARGET2-Securities (T2S) per il regolamento dei titoli e al futuro Eurosystem Collateral Management System (ECMS)”. La combinazione dei servizi di connettività già offerti da SWIFT per le piattaforme EURO1/STEP1, RT1 e STEP2 di EBA CLEARING consente alle banche di affidarsi unicamente a SWIFT per processare tutti i loro pagamento in euro: pagamenti ad alto valore, pagamenti SEPA, pagamenti istantanei e cross-border – in modo sicuro, affidabile e vantaggioso in termini di costo.

GLI UTENTI POTRANNO COSTRUIRE UN’INFRASTRUTTURA ADATTA AD AFFRONTARE LE SFIDE FUTURE, MASSIMIZZANDO I PROPRI INVESTIMENTI

Utilizzando SWIFT per la connessione ai servizi TARGET, “gli utenti potranno costruire un’infrastruttura adatta ad affrontare le sfide future, massimizzando i propri investimenti”. SWIFT offrirà ai propri clienti una serie di prodotti e servizi ideati al fine di aiutarli ad essere pronti per la migrazione del traffico TARGET2 RTGS allo standard ISO 20022 a novembre 2021. Questi includeranno i servizi di validazione standard (ISO 20022), traduzione e test. Per fornire ulteriori informazioni sull’offerta legata al progetto del consolidamento di TARGET e alla migrazione ISO 20022, SWIFT entrerà in contatto con la comunità TARGET attraverso una serie di eventi ed incontri”, ha concluso l’azienda in una nota esortando l’industria bancaria a pianificare ed organizzare questa migrazione “in combinazione con altre migrazioni ISO 20022 che avverranno nello stesso periodo, sia nel perimetro delle infrastrutture di mercato (EBA CLEARING’s EURO1, The Bank of England’s CHAPS, the US Federal Reserve’s Fedwire, The Clearing House (TCH) e altri) così come nell’area dei pagamenti internazionali, dove la migrazione verso l’ISO 20022 è prevista nel novembre 2021”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati