Mondo

Perché pure la Bundesbank vede nero per l’economia della Germania

di

Germania

Che cosa si legge nel report mensile pubblicato oggi dalla Banca centrale tedesca

 

“La produzione economica complessiva potrebbe di nuovo diminuire leggermente” nella seconda parte del 2019 in Germania: lo ha detto la Bundesbank nel suo report mensile pubblicato oggi.

CHE COSA DICE LA BUNDESBANK SULL’ECONOMIA TEDESCA

Gli ultimi dati, diffusi solo pochi giorni fa, avevano fotografato un calo dello 0,1% dell’economia tedesca nel secondo trimestre. Così, se ci fosse una calo anche nel terzo trimestre, la Germania sarebbe di fatto in recessione.

COME PROCEDE LA CONGIUNTURA IN GERMANIA

La congiuntura tedesca rimane debole anche nell’estate del 2019″ si legge nel report di agosto di Bundesbank. “Anche nell’attuale trimestre l’attività economica potrebbe ridursi leggermente” si prosegue e “la fine del rallentamento non è ancora in vista” scrive la banca centrale tedesca.

I FATTORI ALLA BASE DELLA STIMA DELLA BUNDESBANK

Bundesbank individua nella riduzione della domanda dall’estero, nel calo nell’edilizia, l’incertezza di Brexit, la mancata crescita del settore dell’auto, insieme alle tensioni sul piano mondiale tra Usa e Cina i principali fattori dell’arresto della locomotiva tedesca.

GLI ULTIMI DATI CONGIUNTURALI

I primi segnali della performance economica nel terzo trimestre sono pessimi come hanno evidenziato i dati negativi sulla produzione industriale a giugno (ha mostrato una flessione mensile dell’1,5%, ben superiore alla battuta d’arresto dello 0,4% prevista dagli economisti) e il crollo dell’indice Zew (l’indice relativo alle attese economiche in Germania è sceso a -44,5 punti ad agosto rispetto ai -24,5 punti di luglio, deludendo le aspettative del consenso degli economisti a -30 punti).

IL COMMENTO DELL’ANALISTA

“Non prevediamo un miglioramento significativo neanche durante prossimo anno. Infatti, da un lato la guerra commerciale impedirà una significativa ripresa della Cina, mercato di esportazione molto importante per la Germania”, ha commentato Jörg Krämer, chief economist di Commerzbank . Dall’altro, “la debolezza del settore orientato all’esportazione sta cominciando a incidere sulla domanda interna, che finora è stata robusta. L’economia tedesca rimane in una zona grigia tra crescita lenta e recessione”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati