Mondo

Pandemia Covid-19, l’Italia segue i piani cinesi o americani?

di

missione oms wuhan

Le misure sempre più restrittive decise dall’Italia per fermare la pandemia Covid-19 si rifanno all’Oms, all’esperienza cinese o al Cdc di Atlanta? Dibattito tra esperti. La versione del virologo Broccolo

Le apparizioni a giorni alterni di Giuseppe Conte in tv, con le misure per fermare la diffusione del virus riferite a puntate (cosa che tanta ironia ha scatenato sui social) hanno un loro perché. Meglio, sono dettate da un piano, americano (e non cinese): quello della Cdc di Atlanta (Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie), come riferito dal virologo Francesco Broccolo in tv due giorni fa su La7.

LE PAROLE DI BROCCOLO

“Sulle misure graduali, voglio dire che il piano che è stato seguito dall’Italia di risposta alla pandemia è un piano che è stato copiato dal Cdc di Atlanta, che è l’organismo americano della Sanità. L’organismo mondiale della Sanità lo ha copiato e noi italiani lo abbiamo ricopiato. Ci atteniamo alle fasi 1, 2, 3, 4 e 5 della pandemia. Ecco perché la restrizione aumenta sempre di più, non è nevrosi del Governo”, ha detto il virologo Francesco Broccolo intervenendo a Tagadà, programma di La7, condotto da Tiziana Panella, giovedì scorso.

LE FASI DELLA PANDEMIA

Le fasi della Pandemia riconosciute da CDC di Atlanta e OMS sono cinque (con sei intervalli): fase interpandemica, periodo tra pandemie influenzali; fase d’allarme con influenza causata da un nuovo sottotipo è stata identificata nell’uomo; fase pandemica, con diffusione globale dell’influenza umana causata da un nuovo sottotipo; fase di decelerazione della pandemia,  fase di transizione, con riduzione del rischio globale e progressione verso azioni di recupero.

fasi pandemiaI CONSIGLI DELLA CDC

Il piano di risposta alla pandemia, secondo la CDC, prevede: “Le azioni preventive quotidiane includono lo stare in casa in caso di malattia, coprirsi in caso di tosse e starnuti, lavarsi le mani frequentemente e in modo adeguato e pulire regolarmente le superfici toccate. Gli interventi a livello comunitario, che possono essere aggiunti durante le pandemie, e implementati in modo graduale a seconda della gravità della pandemia includono misure volte a ridurre i contatti sociali tra le persone nelle scuole, nei luoghi di lavoro e in altri contesti della comunità”.

QUI IL PIANO DI RISPOSTA ALLE PANDEMIA DELLA CDC DI ATLANTA.

Articoli correlati