Mondo

I contractor Usa truffano Nsa e governo?

di

contractor

I contractor della Nsa sono finiti nel mirino della giustizia. Ecco perché L’articolo di Quartz

Bufera sulla National Security Agency (Nsa).

Un analista di intelligence che ha lavorato come appaltatore per il Dipartimento della Difesa (DoD) è stato accusato di frode al governo per oltre 100.000 dollari.

DITO PUNTATO CONTRO MELISSA HEYER

L’inchiesta, riferisce Quartz, è partita questa settimana da un tribunale federale che ha puntato il dito contro Melissa Heyer, contractor di una SCIF, una “struttura informativa sensibile compartimentata” collegata direttamente con il governo degli Stati Uniti presso la sede della National Security Agency (NSA) a Fort Meade, in Maryland.

PAGATA SENZA AVER FATTO IL SUO LAVORO

Secondo l’accusa, la Heyer è stata “assente dal suo posto di lavoro presso la NSA” dal gennaio 2017 al marzo 2019, mentre al suo datore di lavoro ha riferito di aver lavorato alla NSA SCIF “quando in realtà era altrove”. Il risultato di queste dichiarazioni ha portato il Dipartimento della Difesa a pagare erroneamente alla Heyer e alla sua azienda 100 mila dollari per un lavoro mai eseguito.

PER CHI LAVORAVA LA HEYER

La Heyer ha un Top Secret/Sensitive Compartmented Information (TS/SCI), secondo i documenti visionati da Quartz. Malgrado l’azienda per cui ha lavorato non venga menzionata dal tribunale, dal profilo LinkedIn emerge che la Heyer lavora presso Booz Allen Hamilton come human intelligence analyst. Tuttavia, una fonte ha riferito a Quartz che la Heyer ha lasciato Booz Allen nel febbraio 2015.

NON È LA PRIMA VOLTA CHE I CONTRACTOR USA FINISCONO NEL MIRINO DELLA GIUSTIZIA

I contractor della NSA sono finiti nel mirino della giustizia per aver falsificato i fogli presenza, già diverse volte in passato. Un rapporto del 2014 del vice ispettore generale del DoD per l’intelligence Anthony Thomas – ha aggiunto Quartx – confermò 89 casi di appaltatori dell’intelligence di varie aziende che avevano fatturato in modo fraudolento più di 4,3 milioni di dollari al Pentagono per un lavoro mai svolto nel corso di un decennio. La perdita media è stata di 41.790 dollari, con una oscillazione per persona compresa tra 265.698 e 433 dollari. I settori più colpiti da questo genere di reati sono, oltre la Nsa, anche la Defense Intelligence Agency, il National Reconnaissance Office e la National Geospatial-Intelligence Agency.

“Questa roba va avanti di continuo”, disse Matthew Aid, autore di The Secret Sentry: L’Intold History of the National Security Agency nel 2011, secondo quanto riferisce ancora Quartz. “La Nsa è così piena di soldi, e ha così poche persone che sanno effettivamente come gestire i programmi da rendere l’agenzia un obiettivo primario per la corruzione”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati