Mondo

Perché Trump con Gou (Foxconn) può mettere lo zampino su Taiwan

di

Amico della Cina e degli Usa, Terry Gou intende candidarsi a presidente di Taiwan

Terry Gou, presidente di Foxconn storico partner di Apple per la produzione di iPhone, iPad e non solo, abbandonerà il suo ruolo di amministratore delegato dell’azienda tecnologica per dedicarsi alla politica.

Questo, almeno, è quello che si percepisce dallo storico incontro tra Gou ed il presidente americano Donald Trump.

CHI E’ TERRY GOU

Facciamo un passo indietro. Nato nel 1950, Gou ha lavorato come operaio fino all’età di 24 anni, quando ha deciso di puntare in alto e dare vita nel 1974 Hon Hai Precision Industry, il primo nome originale della società che poi tutti hanno conosciuto con il marchio commerciale Foxconn e che oggi è uno dei principali fornitori di Apple ed il più grande datore di lavoro privato della Cina.

LE AMBIZIONI POLITICHE

Terry Gou ha dichiarato le sue ambizioni politiche ad aprile, quando ha chiesto al partito (che oggi è all’opposizione) di Kuomintang, di cui è stato un membro per più di 50 anni, la possibilità di una eventuale candidatura a presidente di Taiwan per le elezioni del 2020.

L’INCONTRO CON DONALD TRUMP

Terry Gou, come racconta Bloomberg, avrebbe discusso la sua candidatura a presidente di Taiwan anche con Donald Trump, durante una visita alla Casa Bianca mercoledì 1 maggio. Si tratta di un incontro storico, gli Stati Uniti hanno tagliato i ponti con Taiwan nel 1979 (Trump, in realtà, ha già superato il confine, tenendo una telefonata senza precedenti con il presidente taiwanese Tsai Ing-wen nel 2016).

AMICO DI CINA E USA

L’incontro con Trump non stupisce più di tanto, se Gou (visto il partito) può essere considerato un amico della Cina, allo stesso tempo può essere etichettato come futuro presidente filoamericano. Il presidente di Foxconn, infatti, ha intenzione di incoraggiare le corporazioni taiwanesi a investire negli Stati Uniti.

UN PRIMO PROGETTO

E qualche progetto già c’è, a dire il vero. Gou, come scrive Bloomberg, intende portare avanti la costruzione di una fabbrica nello stato del Wisconsin (10 miliardi di investimento).

UN PASSO INDIETRO IN AZIENDA

Quello che succederà, ovviamente, è difficile da prevedere. Quel che è certo è che Gou sembra intenzionato a fare un passo indietro in azienda, lascerà il posto di amministratore delegato con l’obiettivo di fare largo ai giovani.

“Ho già 69 anni. Spero di tramandare i miei 45 anni di esperienza ai giovani”, ha dichiarato Gou durante un evento svoltosi a Taipei. “Questo è l’obiettivo che ho impostato: lasciare che i giovani imparino prima in modo che possano prendere la mia posizione presto. In questo modo avrò più tempo per la pianificazione a lungo termine della società”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati