skip to Main Content

Difesa, cosa fa la Francia per promuovere Arquus in Costa d’Avorio

Costa D'avorio

La Francia ha affidato al generale Richard André di promuovere la società di veicoli militari Arquus in Costa d’Avorio. L’analisi di Giuseppe Gagliano

Per difendere gli interessi della sua industria della difesa in Costa d’Avorio, soggetta a una forte concorrenza internazionale, Parigi non esita ad appellarsi con discrezione ai più alti ufficiali dell’esercito francese.

Nell’ambito del progetto di installazione di un impianto di assemblaggio di veicoli blindati in Costa d’Avorio, sostenuto per diversi mesi dal ministro della Difesa e fratello del presidente ivoriano Téné Birahima Ouattara, Parigi ha così affidato al generale Richard André di promuovere l‘industria francese Arquus, leader francese del veicolo militare leggero. La Costa d’Avorio ha recentemente espresso notevoli esigenze in termini di materiale rotabile, sia per combattere gli attacchi di gruppi armati al confine settentrionale, sia per dotare i suoi contingenti di caschi blu.

Arquus ha quindi proposto ad Abidjan di allestire linee di montaggio di armature di tipo Bastion, al fine di garantire il trasporto delle Forze Armate della Costa d’Avorio e migliorare la loro resistenza contro gli ordigni esplosivi improvvisati. Il progetto mira anche a stabilire una concessione per la manutenzione delle apparecchiature. Per completare l’offerta francese, il produttore ha unito le forze con il suo connazionale, l’operatore militare Sofema, di cui è azionista e specializzato nella vendita di attrezzature usate e pezzi di ricambio.

Il generale André ha dedicato gran parte della sua carriera alla gestione del materiale militare. Prima capo della divisione attrezzature e manutenzione delle forze terrestri, si è poi occupato della trasformazione e manutenzione in condizioni operative delle attrezzature. È nel 2018 che diventa consigliere del governo, in particolare utilizzando la sua competenza tecnica sulle questioni del trasferimento di materiale bellico, come perno tra lo stato maggiore e la Direzione generale degli armamenti (DGA). In pensione, continua comunque a consigliare informalmente il personale e il gabinetto del ministro delle Forze Armate Florence Parly.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore