Mondo

DeAnna Lorraine, cosa pensa l’ultra trumpiana che sfruculia Conte su Twitter

di

DeAnna Lorraine

Chi è DeAnna Lorraine? L’articolo di Daniele Meloni

 

Ha origini italiane la nuova tweet-star in casa repubblicana in America. Si chiama DeAnna Lorraine e ha cercato di contendere il seggio di Nancy Pelosi, la speaker della Camera dei Rappresentanti. Il suo libro, in uscita in questi giorni, si intitola Taking Back Control, “riprendere il controllo” dell’America da parte della sua gente rispetto all’establishment di Washington. Trumpiana di ferro, ha fatto rumore anche in Italia DeAnna, con il suo tweet che ha rivelato l’incontro a Palazzo Chigi tra il premier Conte e i lobbisti di Huawei per il 5G italiano. Non è difficile pensare che dietro alle frasi di Trump sull’Italia “che deve scegliere” così come ha fatto il Regno Unito sul rapporto con il colosso delle telecomunicazioni cinese, ci sia il suo zampino. Frasi, quelle del Presidente Usa che in Italia sono state riprese solo dal parlamentare leghista Paolo Grimoldi, capo della delegazione di Montecitorio all’Osce. DeAnna non ha mai nascosto la sua stima per la Lega e per Salvini, che sostiene apertamente a colpi di tweet e di uscite sui media.

DeAnna rappresenta la destra repubblicana più tradizionale: sui suoi account social la triade Dio, America e Famiglia appare in grande: un modo di ribadire il suo credo e la sua opposizione a leggi più permissive sull’aborto, all’estensione dei diritti delle comunità LGBT, ai Black Lives Matter e a tutto ciò che ruota attorno alla candidatura di Joe Biden tra i democratici alla Casa Bianca.

Il rapporto tra Usa e Cina le sta molto a cuore. In una recente intervista ad Atlantico Quotidiano ha affermato che “già oggi molti Democratici e anche qualche Repubblicano che fa campagna per loro alla Camera e al Senato sono molto vicini alla Cina” ma che “per fortuna alla Casa Bianca c’è ancora Trump che sta mostrando i muscoli a Pechino”. Sull’economia, il commercio, i ritardi della Cina nel comunicare la diffusione del coronavirus l’allineamento tra DeAnna e il Presidente è totale. “Senza lo “scudo” trumpiano la Cina farebbe quello che vuole in Occidente. Le elezioni del novembre prossimo sono essenzialmente una sfida tra Trump e la Cina comunista. La nostra sinistra liberal è la vera minaccia per noi. Lo posso dire con assoluta certezza al 100%. Vogliono rivoltare l’America da cima a fondo, distruggere i valori, le tradizioni e l’American way of life

Considerazioni che DeAnna fa anche riguardo al governo Conte, a suo dire “arrivato al capolinea”. Secondo lei Salvini e il centrodestra vincerebbero una eventuale nuova tornata elettorale perché il leader della Lega “incarna lo spirito del Paese” e, per questo, “l’attuale alleanza di governo Pd-M5S non vuole andare al voto”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati