Mondo

Come gli Stati negli Usa stanno riaprendo

di

usa

La mappa del Wall street journal sugli Stati che hanno iniziato a riaprire negli Usa

La maggior parte degli stati – scrive il WSJ –  si sta muovendo per riaprire prima di aver soddisfatto i criteri stabiliti dall’amministrazione Trump, come un calo di due settimane nel numero di nuovi casi o nella percentuale di test Covid-19 positivi. Il piano dell’amministrazione lascia ai governatori la decisione su quando riaprire. Un esame dei casi e dei tassi di aumento mostra quanto siano state diverse le circostanze della pandemia alla riapertura degli Stati. La regione in cui sono stati rilevati i primi casi noti di coronavirus negli Stati Uniti ha avuto il maggior successo nel rallentare i nuovi casi. Washington, uno dei primi Stati a dichiarare lo stato di emergenza e di chiusura, ha visto un appiattimento dei tassi da metà aprile. Lo stato ha fissato degli standard di riapertura per le contee, richiedendo a quelle con meno di 10 nuovi casi di Covid-19 ogni 100.000 residenti in un arco di 14 giorni di passare alla fase due del piano di riapertura in quattro fasi dello stato. Ogni fase durerà almeno tre settimane. La California, uno dei primi stati a emettere un ordine di lockdown, non ha visto un grande rallentamento, ma recentemente ha iniziato a ridurre le restrizioni per molte contee. Alcune misure dovrebbero rimanere in vigore a Los Angeles e nella San Francisco Bay Area per un po’ di tempo. L’ordine di lockdown  del Colorado è scaduto alla fine di aprile, e lo Stato ha adottato una fase “più sicuro a casa” il 27 aprile. Dal 4 maggio, quasi tutte le imprese hanno potuto riaprire i battenti con l’introduzione di linee guida di social-distanza e altre linee guida.

MIDWEST: RECENTI AUMENTI REGISTRATI

Nelle ultime settimane la regione ha registrato i più forti aumenti di casi confermati. Tutti gli Stati della regione hanno però iniziato a riaprire i battenti. Molti di essi hanno iniziato ad allentare le restrizioni alla fine di aprile e nella prima settimana di maggio. Il Michigan ha avuto il maggior numero di casi nel Midwest fino alla fine del mese scorso. L’attuale ordine di lockdown dello Stato scade il 28 maggio. Dato che il numero di nuovi casi è complessivamente rallentato, le restrizioni hanno cominciato a diminuire. Giovedì, il governatore Gretchen Whitmer ha allentato le restrizioni sui raduni, permettendo a gruppi di 10 o meno persone di riunirsi di nuovo, a patto che i partecipanti pratichino l’allontanamento sociale. All’inizio della settimana, i principali stabilimenti automobilistici dello Stato hanno potuto riaprire i battenti. Una manciata di stati, come l’Illinois, il Nebraska, l’Iowa e il Minnesota, hanno visto aumentare i casi a maggio, in parte a causa di epidemie di virus negli stabilimenti di lavorazione della carne e degli alimenti. L’Illinois ha mantenuto una regolamentazione abbastanza rigorosa anche quando ha attuato un piano di riapertura in cinque fasi. Lo Stato è stato suddiviso in quattro regioni, che possono muoversi indipendentemente l’una dall’altra. In Iowa, i cinema, le sale cinematografiche, i luoghi di ricevimento e i musei possono aprire il venerdì, e i bar possono aprire la prossima settimana al 50% della capacità.

SUD: TRA I PRIMI A RIAPRIRE

Gli Stati del Sud sono stati tra i primi ad iniziare la riapertura. La Louisiana ha visto il rallentamento più evidente nei nuovi casi degli Stati del Sud, in gran parte a causa di un calo dei casi a New Orleans, un punto caldo iniziale. Il governatore John Bel Edwards ha recentemente dichiarato di sperare che la Louisiana possa andare avanti all’inizio di giugno con la fase due della sua riapertura, che incoraggia le persone vulnerabili a continuare a stare a casa , ma consente viaggi non essenziali e la riapertura di palestre e bar con linee guida. In Georgia, uno dei primi Stati del Paese a cominciare ad allentare le restrizioni, i funzionari hanno iniziato a permettere la riapertura di molte attività commerciali il 24 aprile. Lo Stato prevede di monitorare il cambiamento nei casi per un periodo di prova di un mese. Anche il Texas ha iniziato la riapertura prima della maggior parte del Paese, e bar, centri per l’infanzia e campiscuola per i ragazzi sono tutti destinati a riaprire entro la fine di questo mese, secondo gli standard di sicurezza modificati. A Washington, D.C., dove i casi continuano a salire, la prossima settimana potrebbe essere annunciata la riapertura se il criterio è soddisfatto per un calo continuo di 14 giorni nei nuovi casi.

NORD-EST: POPOLAZIONE DENSA, ALCUNI DEI CASI PIU’ ALTI

Questa regione, la più densa del paese, ha alcuni dei più alti numeri di casi di Covid-19, con New York, New Jersey e Massachusetts che occupano i primi tre posti a livello nazionale in cifre pro capite e totali. I tre Stati hanno iniziato a vedere un rallentamento nell’aumento dei casi a maggio. Lo stato che ha controllato l’aumento dei casi più alti nella regione è il Vermont, che è stato anche il primo stato a riaprire. Sei degli stati, Connecticut, Massachusetts, New Jersey, New York, Pennsylvania e Rhode Island, sono in un patto, insieme al Delaware, per coordinare la riapertura. A New York, quello che una volta era il centro dell’epidemia americana, il sindaco Bill de Blasio ha detto che la fase uno della riapertura potrebbe iniziare nella prima metà di giugno, anche se solo tre dei sette indicatori sanitari che lo Stato richiede per la riapertura sono stati soddisfatti.

(Tratto dalla rassegna stampa estera di Eprcomunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati