Mondo

Che cosa si dice di Biden a Wall Street (secondo il Financial Times)

di

biden stati repubblicani

Wall Street inizia a immaginare Joe Biden alla Casa Bianca? L’approfondimento del Financial Times

 
Un’ondata di sostegno a Joe Biden in vista delle elezioni presidenziali americane di novembre impone agli analisti di Wall Street di considerare il potenziale impatto sul mercato dell’ex vicepresidente – scrive il FT.

Il sostegno a Biden è aumentato nell’ultimo mese, a seguito delle critiche al presidente Trump per la sua gestione del coronavirus e la sua risposta alle proteste di Black Lives Matter. Il mercato delle scommesse di venerdì ha messo le possibilità dell’ex senatore del Delaware di vincere le elezioni a oltre il 59 per cento, vicino a un massimo record toccato all’inizio della settimana e quasi 23 punti percentuali in più di Trump, secondo le medie compilate da RealClear Politics.

Anche le previsioni tra gli investitori sono cambiate. Un sondaggio di Citigroup di 140 gestori di fondi pubblicato questa settimana ha rilevato che il 62 per cento ritiene che Biden vincerà – un’inversione di tendenza rispetto a dicembre, quando il 70 per cento degli investitori intervistati dalla banca aveva previsto la vittoria di Trump. Alcuni analisti pensano che il partito democratico di Biden potrebbe persino assicurarsi una maggioranza in entrambe le camere del Congresso.
Alcuni analisti si aspettano un aumento delle tasse sotto la presidenza di Biden. La vittoria di Trump nel 2016 ha innescato un rimbalzo dei prezzi delle azioni, in quanto gli investitori hanno tenuto conto della regolamentazione light-touch e di un’aliquota d’imposta sulle società più bassa – che la sua amministrazione ha continuato ad applicare, tagliandola dal 35 al 21 per cento.

Goldman Sachs ha stimato che una parziale inversione di tendenza del taglio delle imposte del 2018, che porterebbe l’aliquota al 28 per cento, oltre agli aumenti su altre aliquote, sottrarrebbe circa il 12 per cento del totale degli utili per azione del 2021 dei componenti dell’S&P 500.

Una tale mossa potrebbe aumentare l’attrattiva delle azioni all’estero, dopo anni di azioni statunitensi che hanno superato le performance di altri mercati sviluppati, ha detto Chris Dyer, direttore dell’equity globale di Eaton Vance, un gestore di fondi statunitensi. “È prudente per gli investitori diversificarsi rispetto a ciò che ha funzionato nell’ultimo decennio”, ha detto.

Le altre politiche di Biden includono il supporto per un salario minimo di 15 dollari, che probabilmente scalfirebbe i profitti dei rivenditori che si affidano a lavoratori a basso salario. Ma sono le sue politiche sulla sanità e l’energia pulita, incoraggiate dall’ala sinistra del suo partito, che stanno attirando la maggior parte dell’attenzione. In aprile, Biden ha annunciato un piano per espandere Medicare, il programma nazionale di assicurazione sanitaria, e ha sostenuto gli sforzi per rinegoziare il prezzo che il governo paga ai gruppi farmaceutici per i farmaci previsti dal programma.

Lunedì, Ron Wyden, un senatore democratico dell’Oregon, ha lasciato cadere il suo sostegno a una versione riveduta di un disegno di legge bipartisan sui prezzi dei farmaci che ha co-sponsorizzato l’anno scorso. “La mossa dimostra che i Democratici sono sempre più fiduciosi delle loro possibilità di ottenere una vittoria nelle elezioni”, hanno scritto questa settimana gli analisti del gruppo di ricerca Strategas, alludendo al controllo della Casa Bianca e di entrambe le Camere del Congresso.

La spinta ambientale di Biden, che include la fissazione di un obiettivo di emissioni nette zero per gli Stati Uniti entro il 2050, dovrebbe aumentare le scorte di energia pulita e i fondi scambiati in borsa, stima CreditSights, una società di ricerca focalizzata sul debito.

Kristina Hooper, principale stratega dei mercati globali per Invesco, ha detto che una presidenza Biden sarebbe “un vero e proprio “giro di boa per l’energia pulita rispetto all’amministrazione Trump”, che ha fatto retrocedere le regole che hanno favorito il settore.

Un settore in cui gli investitori apprezzerebbero una maggiore chiarezza da parte di Biden, tuttavia, è la tecnologia. I gruppi tecnologici sono alcune delle più grandi aziende del mercato azionario e il settore è il più performante quest’anno, in testa alla ripresa dopo il tracollo di marzo.

Negli ultimi anni, i giganti dei social media hanno dovuto affrontare le critiche sulla protezione dei dati e i messaggi di odio pubblicati sulle loro piattaforme. Questa settimana le aziende blue-chip statunitensi si sono unite a un boicottaggio pubblicitario contro i provider, tra cui Facebook e Twitter.

Elizabeth Warren, la senatrice del Massachusetts ed ex candidata democratica alla presidenza, ha precedentemente chiamato a rompere Amazon, Google e Facebook in base alle nuove regole antitrust. Biden, nel frattempo, ha criticato Facebook per la disinformazione sulla sua piattaforma, ma è stato meno chiaro sulle rotture, oltre a dire che l’anno scorso è stato “qualcosa a cui dovremmo prestare molta attenzione”.

“La tecnologia è il più grande punto interrogativo”, ha detto la signora Hooper di Invesco. “Non è davvero chiaro cosa accadrebbe alla tecnologia sotto la presidenza di Biden”.

Alcuni strateghi sono concentrati su possibili turni alla Federal Reserve, dove i funzionari hanno appena aiutato il mercato statunitense a registrare il suo miglior trimestre dal 1998, attraverso una serie di interventi che hanno avuto l’effetto di aumentare i prezzi.

Il partito democratico “vorrebbe che la Fed usasse più poteri per poter aiutare l’economia e rendere più disponibile il credito”, ha detto Patrick Leary, senior market strategist di Incapital.

(Estratto dalla rassegna stampa estera di Epr Comunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati