Mondo

Alfredo Biondi, la libertà e la giustizia

di

Biondi era un liberale di antico stampo, che univa il senso della giustizia al senso dello Stato. Il post di Marco Taradash

 

Piango la scomparsa di Alfredo Biondi, un amico e compagno di tante lotte per la libertà e la giustizia.

Biondi era un liberale di antico stampo, che univa il senso della giustizia al senso dello Stato, ovvero dei suoi necessari limiti e delle sue funzioni al servizio dei cittadini, di ogni cittadino.

Ha esercitato con queste forti convinzioni etiche sia la professione di avvocato sia i suoi incarichi politici. Era un uomo pieno di spirito e di buonumore.

Fu ferito dall’uso equivoco e reazionario che del fallimento del “decreto Biondi” (lo giudicai un errore, gli scrissi subito una lettera in cui spiegavo il mio dissenso, mi rispose con lo stesso tono di amicizia) fecero gli avversari politici e un gruppo golpista di magistrati che si ritenevano guardiani della virtù. La sua forza d’animo si incrinò forse, ma non la sua passione e la sua sincerità.

È morto a 92 anni. Era un uomo forte.

Marco Taradash

(post tratto dal profilo Facebook)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati