Lifestyle, Mondo

Shopping online: i 5 migliori siti dove fare acquisti

di

shopping online

Lo shopping online in Italia cresce (a rallentatore): appena il 4% delle vendite italiane vengono fatte in digitale. Ecco i 5 migliori siti per chi vuole approcciarsi a questo mondo

Fare shopping online, negli ultimi anni, è comodo e semplice, proprio come acquistare nel negozio sotto casa. C’è da dire, infatti, che i siti internet e le piattaforme sembrano offrire un’esperienza digitale pari quasi a quella reale: è possibile visionare gli articoli in maniera dettagliata, leggere e rileggere le caratteristiche, confrontare con altri prodotti presenti sul mercato. Se è vero, per esempio, che un capo di abbigliamneto non può essere provato, è anche vero che i negozi online offrono la possibilità di acquistare, fare arrivare a casa e, se non dovesse piacere, fare il reso gratuito.

Ma quanto vale lo shopping online in Italia?

L’Italia si sta digitalizzando, molto lentamente, però, rispetto agli altri Paesi Europei.
Il trend di forte sviluppo del settore, identificato nel 2014, è continuato anche nel 2015 e si prevede una grande crescita per l’anno in corso, ma dobbiamo ammetter (secondo i dati del Consorzio Netcomm) che appena il 4% delle vendite italiane vengono fatte in digitale. ll mercato dell’e-commerce, nel Bel Paese, fattura circa 15 miliardi di euro (16,16 se si considerano anche gli acquisti effettuati sui siti stranieri).

Uno sviluppo digitale più concreto e veloce sarebbe un’opportunità da non perdere. La vendita online potrebbe rappresentare una grande opportunità per la commercializzazione del prodotto italiano all’estero, ma le tante aziende, medie e piccole, che hanno una gestione familiare sono poco propense a queste nuove sfide, rischiando di rimanere marginalizzati n un segmento dell’economia ormai decisivo. Solo 40 mila delle 750 mila imprese europee che fanno e-commerce, infatti, sono italiane.

shopping online

I 5 migliori siti dove fare shopping

Amazon

Il colosso è ormai un punto di riferimento dell’e-commerce mondiale. Nato nel 1994 da un’idea di Jeff Bezos, Amazon commercializzava solo libri, ma negli anni è cresciuto e si è sviluppato fino a coprire, con la propria offerta, centinaia di categorie merceologiche fisiche e digitali. Da poco ha attivato anche il servizio di consegna di frutta e verdura a domicilio, in un’ora.

Alibaba

Alibaba è il colosso cinese dell’e-commerce: ha fatto registrare un aumento di fatturato del 32% nell’ultimo trimestre 2015. Il balzo del fatturato, superiore alle attese, è dovuto all’aumento degli utenti e delle vendite mobile (+192% nei tre mesi).

Zalando

Nata nel 2008 in Germania, Zalando è un sito di shopping online, interamente dedicato all’abbigliamento e agli accessori, che in 8 anni è riuscito a conquistare più di una dozzina di mercati europei.

eBay

La concorrenza non fa paura ad eBay, il sito di aste per eccellenza. Su questa piattaforma, l’utente ha anche la possibilità di individuare prodotti (anche usati) da comprare subito senza partecipare ai rialzi. Ormai il sito ha un suo modello di business ben definito.

Yoox.com

Non è un gigante del settore, ma una piattaforma specializzata (in articoli di moda, design e lusso) che in poco tempo ha saputo crearsi un proprio spazio sul web, riuscendo a dare vita anche ad aprire delle filiali, dagli Usa a Hong Kong.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati