skip to Main Content

Maturità 2016: come la tecnologia cambia il modo di prepararsi agli esami

Maturità 2016

Da WhatsApp a Telegram, da canali di preparazione dedicati a videolezioni: come gli studenti della Maturità 2016 si approcciano al loro primo grande esame

Conto alla rovescia per l’inizio degli esami di maturità 2016. E se negli anni l’ansia del grande primo esame è sempre la stessa, il modo di prepararsi e approcciarsi alle prove cambia. Negli ultimi anni anche la tecnologia ha assunto un ruolo chiave: su whatsapp ci si scambia consigli e possibili tracce, su Telegram è possibile apprendere le notizie diffuse dal Miur.  Ecco tutti i modi che gli studenti più tecnologici hanno a disposizione per “sopravvivere” alla Maturità 2016.

Skuola.net si è proposta di aiutare i giovani maturandi con una “helpline” su WhatsApp (attiva anche sui canali Facebook e Twitter) che risponde a domande su date e questioni tecniche e promette consigli su tesine e sulle varie prove.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, invece, ha preferito Telegram per diffondere novità riguardanti le attività del ministero e notizie in merito agli esami. Il Miur, comunque, è anche molto presente sul web fra Twitter e Facebook.

maturità 2016

Si propone di aiutare attivamente gli studenti della Maturità 2016 anche Cervellotik, una piattaforma che mette in contatto studenti e «cervelloni». Sul sito è possibile trovare una sezione dedicata alla maturità con consigli e aiuti concreti. Alcuni giovani laureati si impegnano a risolvere problemi matematici, versioni di greco o latino o questioni relative alle altre materie scolastiche.
Lo studente, in pratica, pubblica una richiesta e riceve la candidatura di un «cervellone» a risolvere il problema (sarà il cervellone a decidere se fornire la risposta gratuitamente o a pagamento). partecipata da Telecom Italia Ventures, Club Italia Investimenti 2 e Club Digitale.

Anche sul sito Web della Treccani non manca una sezione dedicata alla maturità, con materiali didattici, consigli generali sulle prove scritte, sugli orali e sulla tesina. Non solo: Treccani ha anche attivato Repetita, un canale dedicato alle ripetizioni online.

Maturità 2016: la tecnologia aiuta anche i prof

La tecnologia arriva in soccorso anche dei professori. Alcuni software “antiplagio” analizzano il contenuto delle tesine, svelando se sono state copiate o meno. Una delle società che realizza tali software è la  francese Compilatio.net. La startup olandese Revisely, invece, propone ai professori un aiuto per correggere i compiti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore