skip to Main Content

Tutti i temi dell’Aws Initiate Day

Chi parteciperà e di cosa si discuterà all’Aws Initiate Day a Bologna il 29 settembre


Registrati all’evento

Un evento per comprendere la portata degli strumenti di AWS, acronimo di Amazon Web Services, Inc. (l’azienda statunitense di proprietà del gruppo omonimo che fornisce servizi di cloud computing sulla piattaforma on demand proprietaria), pensato per i rappresentanti delle istituzioni, per i responsabili IT o dell’Innovazione che operano nelle pubbliche amministrazioni, nel mondo della sanità, dei trasporti, delle Public Utilities, della scuola, dell’università e della ricerca, ma anche per gli imprenditori di industrie di tutte le dimensioni. È l’AWS Initiate Roadshow che inizierà il prossimo 29 settembre a Bologna, per accelerare l’innovazione e pure la digitalizzazione nel territorio dell’Emilia Romagna, così da rendere quel tessuto regionale, già oggi tra i migliori del Paese in termini di Pil, più sostenibile ma pure competitivo.

Tutti termini chiave, è noto, attorno ai quali ruota il nostro PNRR, il Piano di Ripresa e resilienza elaborato dal governo italiano, sotto la supervisione della Commissione europea, per procedere con la ricostruzione economica post pandemica. L’emergenza sanitaria del Covid-19 ha dimostrato che sia indispensabile procedere di buona lena con la digitalizzazione del Paese. Basti pensare all’impatto che avrebbero avuto i lockdown soltanto 10 o 15 anni fa, quando Internet non era ancora entrato nelle case della maggior parte degli italiani e i servizi della Pubblica amministrazione richiedevano obbligatoriamente di presentarsi a uno sportello per firmare moduli e compilare decine e decine di documenti. L’emergenza pandemica, però, ci ha ricordato anche quanta strada debba ancora essere percorsa. Il gap digitale della PA italiana si traduce infatti in ridotta produttività, minor competitività rispetto ai vicini Paesi dell’Ue e spesso in un peso non sopportabile per cittadini e imprese, che debbono scontare i ritardi e accedere alle diverse amministrazioni le cui banche dati sono strutturate come silos verticali, non interconnessi tra loro. Non sorprende, perciò che buona parte delle risorse per la ricostruzione post pandemia sia finalizzata proprio alla digitalizzazione del Paese. Con oltre 191 miliardi di euro l’Italia è il principale beneficiario dei fondi del Next Generation Eu: di questo tesoretto, 71,8 miliardi andranno alla transizione ecologica mentre 48,1 miliardi alla digitalizzazione.

Un cammino che sarà fatto in sinergia tra lo Stato, gli Enti Pubblici a ogni livello e i privati, ovvero i big del comparto, che metteranno a disposizione gli ultimi ritrovati tecnologici per permettere di digitalizzare il sistema, rendendolo al contempo maggiormente efficiente e pure sostenibile (per i contribuenti ma anche per il pianeta). Il 27% di Italia domani, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, è dedicato alla transizione digitale. La strategia per l’Italia digitale si sviluppa su due assi: digitalizzazione della PA e reti ultraveloci. Nel dettaglio 6,74 miliardi saranno destinati alla prima voce di spesa, 6,71 miliardi verranno messi sul piatto per essere destinati alle reti ultraveloci. La trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione (PA), si legge sul sito del Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale (MITD) segue un approccio “cloud first”, orientato alla migrazione dei dati e degli applicativi informatici delle singole amministrazioni verso un ambiente cloud. Un cambiamento che porterà a servizi più sicuri e integrati. Per questo Amazon Web Services chiama a raccolta tutti i principali responsabili della transizione ecologica e tecnologica in atto: coloro che stanno sviluppando servizi innovativi per modernizzare l’offerta ai cittadini nel dialogo quotidiano con le PA, per rendere l’Italia un Paese più sostenibile, per donare nuove modalità didattiche agli studenti, come anche coloro che intendono accelerare la ricerca o rendere la propria azienda più innovativa e competitiva.

AWS Initiate Day 2022 del 29 settembre sarà l’occasione per comprendere come sfruttare i servizi digitali per diventare più agili, con imprese più sicure e scalabili, migliorando al contempo la capacità di rispondere alle esigenze dei propri utenti, reinventando le proprie strategie e sfruttando tutte le potenzialità e le opportunità di innovazione del cloud.

Il Comune di Bologna, La Fondazione ANT Italia Onlus, Aton Green Storage e La Residenza Per Anziani Villa Pigorini a Parma condivideranno le loro esperienze e le sfide che si sono trovati ad affrontare e da cui possiamo imparare. Come anche conoscere i Partner AWS che sono dietro a questi progetti e che possono aiutarci negli obiettivi del PNRR.

AWS Initiate Day – Bologna è una iniziativa pensata per il tessuto economico e amministrativo dell’Emilia Romagna, che segue l’annuncio di Amazon Web Services di voler investire fino a 2 miliardi di euro nel nostro Paese entro il 2029. “I nostri piani di investimento – racconta Sergio Gianotti, Head of Italy Public Sector, Amazon Web Services – contribuiranno per circa 3,7 miliardi di euro al prodotto interno lordo italiano entro il 2029 grazie anche alla Region AWS Europe ( Milano) che, da aprile 2020, attraverso i data center delle sue 3 Zone di Disponibilità, aiuta i clienti italiani di ogni settore e dimensione ad archiviare i loro dati nel pieno rispetto delle norme europee, a eseguire in piena sicurezza le loro applicazioni in Italia e a erogare i servizi con una latenza sempre più bassa.”

Registrati all’evento

La partecipazione è aperta a:

  • Rappresentati delle Istituzioni, Imprenditori e Responsabili IT o dell’Innovazione che operano in:
  • Pubbliche Amministrazioni Locali
  • Scuola, Università e Ricerca
  • Strutture sanitarie locali
  • Società di trasporti e Public Utilities
  • Imprese di ogni settore e dimensione

I posti sono limitati e per questo ti chiediamo di completare quanto prima la tua registrazione per permetterci di organizzare al meglio la tua partecipazione e assicurarti il tuo posto.

AWS si riserva il diritto di rifiutare la richiesta di partecipazione per garantire una migliore esperienza ai partecipanti.

(In collaborazione con AWS)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore