Innovazione

Tutti i miliardi di Commissione, Bei e Stati Ue per finanziare i vaccini anti Covid

di

londra vaccino covid

Il punto sui finanziamenti dell’Unione europea per i vaccin anti Covid e l’ultima iniziativa di Commissione Europea e Global Citizen

 

Il “Global Goal, Unite for our Future” organizzato dalla Commissione Europea e Global Citizen ha mobilitato 6,15 miliardi di euro in finanziamenti aggiuntivi per aiutare a sviluppare e garantire un accesso equo ai vaccini, ai test e ai trattamenti del coronavirus. I fondi raccolti sosterranno anche la ripresa economica nelle regioni e comunità più fragili del mondo.

Tale importo comprende un impegno di 4,9 miliardi di euro da parte della Banca europea per gli investimenti (Bei), in collaborazione con la Commissione europea, e 485 milioni di euro impegnati dagli Stati membri dell’Ue. Ciò porta gli impegni totali nell’ambito della maratona di impegno e di risposta globale del Coronavirus, lanciata dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen il 4 maggio, a 15,9 miliardi di euro.

Sono diventati ormai più di 140, secondo l’elenco aggiornato dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), i candidati vaccini anti Covid-19 allo studio nel mondo e sono già
13 quelli arrivati alla sperimentazione sull’uomo.

Recente l’annuncio dalla Gran Bretagna di un nuovo candidato vaccino giunto alla sperimentazione clinica. Lo ha messo a punto l’Imperial College di Londra con il finanziamento dell’ organizzazione non governativa Uk Research and Innovation (Ukri). E’ un vaccino basato sul materiale genetico del virus, l’Rna, e che nei test sugli animali ha dato risposte incoraggianti. Nel frattempo negli Emirati Arabi Uniti è arrivato alla fase 3 della sperimentazione il vaccino cinese dello Wuhan Institute of Biological Products, basato sul virus inattivato. A darne notizia l’azienda China National Biotec Group (Cngg), responsabile dello sviluppo del vaccino. Dei 13 candidati vaccini giunti ai test sull’uomo, quindi, due sono nella fase 3; cinque sono cinesi, quattro americani, e quattro arrivano dal vecchio continente (due dalla Gran Bretagna, uno da un’azienda attiva fra Germania e Stati Uniti e uno dalla Russia).

“I vaccini, i test e le terapie devono essere disponibili, e a prezzi accessibili per tutti”, hanno detto i leader europei, dalla cancelliera tedesca, Angela Merkel, al premier spagnolo Pedro Sanchez, al presidente francese Emmanuel Macron, al premier britannico Boris Johnson.

Per gli Usa Kelly Craft ambasciatore Usa a Onu, che ha annunciato altri 545 milioni di dollari in fondi per aiutare a combattere la pandemia Covid-19 e per prevenire future pandemie. “Nessuno è salvo fino a quando non sono salvi tutti”, questa crisi “è un test per i nostri valori e per l’umanità”, ha detto il segretario generale Onu Antonio Guterres.

Intanto è di oggi la notizia che il Brasile ha iniziato a sperimentare sugli esseri umani il vaccino anti-coronavirus messo a punto dall’Università di Oxford, in collaborazione con l’azienda Advent Irbm di Pomezia. I test vengono effettuati nelle città di Sao Paulo e Rio de Janeiro. Saranno somministrate 3.000 dosi in tutto, riporta la Cnn, a volontari di età compresa tra 18 e 55 anni che operano nei settori più a rischio. Tra loro vi sono quindi medici, infermieri e autisti di autoambulanze.

L’agenzia brasiliana per la salute (Anvisa) aveva autorizzato nelle scorse settimane il gigante farmaceutico AstraZeneca a condurre i test. Secondo l’Università federale di Sao Paulo lo studio del vaccino potrebbe durare fino a un anno. Il vaccino di Oxford è anche il primo giunto alla fase 3 della sperimentazione, la più avanzata, e nuovi test sono previsti a breve in Sudafrica, in collaborazione con l’Università del Witwatersrand (Wits), secondo quanto riportato da Al Jazeera.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati