skip to Main Content

BeLeaf

Tutti i dettagli sulla nuova call di pmi “BeLeaf: Be The Future”

Nelle due edizioni precedenti, BeLeaf ha potuto contare su oltre 170 applicazioni ricevute, 27 finalisti selezionati per la presentazione del proprio progetto e 6 start-up che hanno avuto accesso alla fase di co-design. Alcune di queste sono poi divenute innovation partner di Philip Morris

Qualcuno recentemente ha detto che ormai c’è più tecnologia nei campi agricoli che in città. Si tratta naturalmente di una provocazione che però ha un fondo di verità come dimostra anche la terza edizione di “BeLeaf: Be The Future”, la call for innovation di Philip Morris Italia volta ad accelerare l’implementazione di soluzioni hi-tech per accrescere efficienza e sostenibilità della filiera del tabacco.

LA CALL BELEAF

Nelle due edizioni precedenti l’iniziativa ha potuto contare su oltre 170 applicazioni ricevute, 27 finalisti selezionati per la presentazione del proprio progetto e 6 start-up che hanno avuto accesso alla fase di co-design. Alcune di queste sono poi divenute innovation partner di Philip Morris. “Lo straordinario successo delle precedenti edizioni di “BeLeaf: Be The Future” in termini sia di numero di partecipanti, sia di innovatività delle soluzioni presentate, ci fa guardare con particolare entusiasmo a questa nuova edizione – ha commentato Cesare Trippella, Head of Leaf EU di Philip Morris Italia, presentando la nuova iniziativa – Il futuro della filiera agricola più grande d’Europa, passa anche da queste iniziative, capaci di mettere a sistema competenze diverse al servizio dell’innovazione e della trasformazione tecnologica e digitale delle filiera”.

Ma veniamo alla terza edizione, realizzata con Almacube – Innovation Hub e incubatore certificato dal Ministero delle Imprese – l’iniziativa si rivolge a startup, spin-off e pmi innovative nazionali e internazionali che abbiano sviluppato soluzioni applicabili al settore agritech e in particolare a tutto ciò che riguarda la coltivazione, la raccolta e la lavorazione del tabacco.

LE SFIDE PROPOSTE

Le realtà partecipanti potranno confrontarsi con sei diverse sfide “innovation areas”:

  • Smart farming e transizione digitale: automazione e dati in tempo reale Innovazione nell’economia circolare per la produzione e lavorazione del tabacco
  • Transizione eco-energetica: riduzione del consumo energetico e delle emissioni di carbonio nella coltivazione, raccolta e prima lavorazione del tabacco
  • Soluzioni digitali per l’analisi aziendale e la gestione del rischio nel settore agricolo Innovazione nello stoccaggio, controllo qualità e classificazione del tabacco
  • Esplorazione di nuove opportunità di business: diversificazione dell’offerta combinando competenze nel tabacco con altri settori

I progetti selezionati parteciperanno, nel mese di novembre, alla fase di co-design e sviluppo con Philip Morris Italia e la sua rete di partner e fornitori. Al termine di questa fase Philip Morris Italia valuterà se avviare una proof of concept della soluzione presentata dai partecipanti, al fine di attivare una collaborazione come innovation partner & supplier.

“Open Innovation e start-up innovative rappresentano l’essenza di Almacube. Il nostro team è orgoglioso di aver rinnovato e consolidato la partnership con Philip Morris – spiega Andrea Barzetti, Amministratore Delegato di Almacube – Il programma Beleaf continua a vedere protagonista il modello di Venture Clienting in cui crediamo fortemente. Il modello si basa sulla collaborazione tra start-up e imprese al fine di creare innovazione ad alto valore. Riteniamo che iniziative del calibro di Beleaf siano uno strumento vincente per generare un punto di incontro tra nuove tecnologie e realtà aziendali.”

I TERMINI E IL REGOLAMENTO

Il termine per la presentazione delle candidature online è il 5 ottobre 2023.
Per maggiori informazioni sul progetto e sulle modalità di partecipazione è possibile accedere alla pagina web: https://www.beleafbethefuture.com/Contenuto realizzato in collaborazione con PMI

Back To Top