Innovazione

Tutte le baruffe spaziali sul prossimo vertice dell’Asi

di

Che cosa sta succedendo sulle nomine ai vertici dell’Agenzia spaziale italiana (Asi)? L’articolo di Pierluigi Giordano Cardone del Fattoquotidiano.it

Più di trenta, meno di quaranta. Tante sono le candidature arrivate sul tavolo della commissione di esperti che dovrà indicare al ministro dell’Istruzione Bussetti la cinquina di nomi da cui uscirà il nuovo presidente dell’Agenzia spaziale italiana.

I termini per la presentazione delle domande sono scaduti lo scorso28 gennaio e ora i cinque membri del comitato di selezione hanno tempo fino al 19 marzo per concludere il loro lavoro. A quanto pare, però, non si dovrà attendere troppo: entro i primi di marzo sul tavolo del titolare del Miur ci sarà il documento ufficiale con la mezza decina di papabili successori di Roberto Battiston. Sempre ammesso che un successore ci sarà.

Secondo quanto risulta a ilfattoquotidiano.it, infatti, Battiston ha presentato la propria candidatura. Contattato nel pomeriggio, l’ex presidente Asi nominato da Gentiloni e poi sfiduciato dal governo Lega-M5s il 6 novembre scorso per una questione di spoil system ha risposto con calma serafica: “Non confermo, non smentisco, non commento. Sono indiscrezioni, io sono uno scienziato e mi baso su fatti concreti”. Un fatto concreto sono le molte candidature in campo: “È un segnale eccellente – ha detto Battiston – vuol dire che l’Asi suscita molto interesse, che rappresenta un valore positivo. È una selezione a chiamata libera – ha continuato l’ex presidente – e nel processo democratico bisogna usare tutte le possibilità per discutere, per fornire candidature, per migliorare. Personalmente mi auguro un’Asi forte, con una guida prestigiosache sappia fare equilibrio tra i vari poteri”.

Al netto del parere dello scienziato, la domanda che gli addetti ai lavori si pongono è solo una: Battiston può candidarsi o no? Il dubbio deriva da due circostanze. La prima è il limite dei due mandati alla guida dell’Asi. Battiston potrebbe sostenere che il secondo mandato è stato interrotto prima del tempo, ma secondo fonti ministeriali basta solo un giorno di lavoro svolto per rendere valido il mandato. Staremo a vedere. L’altra questione, invece, è rappresentata dal ricorso al Tar presentato dallo scienziatocontro la sua destituzione: il verdetto del Tribunale amministrativo regionale del Lazio arriverà il 19 marzo, quindi dopo la decisione del comitato di selezione (per questo motivo c’è chi è convinto che la cinquina arriverà prima della sentenza del Tar) e probabilmente a ridosso di quella definitiva del ministro Bussetti. Con un contenzioso in corso contro il ministero, Battiston può aspirare a succedere a se stesso? Ci sono scuole di pensiero diverse. Secondo alcuni, l’istanza del professore sarebbe immediatamente bocciata proprio a causa del ricorso (e del limite dei due mandati); per altri, invece, il procedimento in corso non influisce sull’esame della candidatura, anche perché Battiston – specie se dovesse vincere il bando – potrebbe subito rinunciare al ricorso, evitando così ulteriori grane al Miur.

Quello di Battiston, tuttavia, non è l’unico nome che circola. Tra i 35-40 candidati ci sarebbero personalità di assoluto prestigio nonché con peso politico non indifferente. Tra questi, stando alle ultime indiscrezioni, anche l’attuale commissario di Asi Piero Benvenuti, il professor della Sapienza Marcello Onofri, l’ex presidente del Cira Luigi Carrino (destituito da Battiston), Marco Tavani dell’Inaf, Giorgio Saccoccia e soprattuttoFranco Ongaro di Estec (il secondo è direttore di dipartimento), più tutta una serie di personalità interne all’Asi (Mario Cosmo, Enrico Russo, Barbara Negri, Gabriella Arrigo e altri). Nel borsino del totonomi, l’unica certezza è che nella cinquina da sottoporre al ministro Bussetti deve esserci almeno una donna esterna ad Asi. In tal senso, i nomi che circolano sono due: la professoressa Maria Antonietta Marsella e Patrizia Caraveo, celebre astrofisica nonché vedova dell’ex presidente Asi Giovanni Bignami.

 

Estratto di un articolo pubblicato su ilfattoquotidiano.it; qui l’articolo integrale

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati