Innovazione

Perché la trimestrale positiva di Amazon non piace troppo a Wall Street

di

Trimestrale da record per Amazon ma la spesa che aumenta anche quando la crescita rallenta fa scivolare le azioni

La migliore trimestrale possibile. Si può descrivere così il risultato del quarto trimestre del 2018 per il colosso dell’e-commerce di Jeff Bezos viste le previsioni rilasciate lo scorso ottobre. Tuttavia, le azioni di Amazon sono crollate di oltre il 5% nelle negoziazioni after-hours dopo che l’azienda di Seattle ha avvertito di un aumento delle spese quest’anno, dopo un periodo di investimento relativamente lento nel 2018.

I CONTI CHE TORNANO

Profitti e ricavi sopra le attese per l'”everything store” Amazon nel quarto trimestre. L’utile per azione è risultato di 6,04 dollari contro 5,65 dollari attesi in media dagli analisti mentre i ricavi sono risultati pari a 72,4 miliardi di dollari contro i 71,89 previsti.

CHE UTILI!

L’utile netto è stato di 3 miliardi, in crescita del 66% rispetto allo scorso anno. Nel solo quarto trimestre 2018, Amazon ha generato gli stessi utili di tutto il 2017. Per l’intera annata, il risultato netto è stato di 10 miliardi di dollari.

MA RALLENTA LA CRESCITA

Dunque i risultati migliori del previsto, sostenuti dalle vendite del periodo natalizio. Ma gli investitori sono preoccupati per la decelerazione della crescita dopo due trimestri di ricavi deludenti. Significava infatti una frenata certa del ritmo di crescita.

Come rivela il Financial Times, nel commercio al dettaglio in Nord America, la principale fonte di reddito per Amazon, le vendite nette sono cresciute del 18% a 44,1 miliardi di dollari, ma ancora più lente dal primo trimestre del 2015.

PARTENZA LENTA PER WHOLE FOODS

Il tasso di crescita è sceso al 18% dal 42% dello stesso periodo di un anno fa, riflettendo l’impatto dell’acquisizione di Whole Foods nel 2017 da parte di Amazon, dal momento che il business delle drogherie fisiche ha tassi di crescita più bassi rispetto al retail online.

Questa è stata anche la prima volta che Amazon ha fornito dati su Whole Foods. Le vendite nei negozi fisici, che sono prevalentemente Whole Foods, sono diminuite del 2,7% a 4,4 miliardi di dollari.

PREVISIONI PER IL PROSSIMO TRIMESTRE

Nel primo trimestre 2019, il gigante dell’e-commerce prevede un aumento del fatturato tra il 10 e il 18%, passando da 56 miliardi di dollari a 60 miliardi di dollari. Previsioni inferiori a quelle degli analisti di Wall Street da 61 miliardi di dollari e sarebbe il tasso di crescita trimestrale di Amazon più lento in almeno quattro anni.

GUIDANCE DEBOLE PER COLPA DELL’INDIA

La revisione al ribasso della guidance riflette l’incertezza sulle nuove regole per le società di e-commerce straniere in India. La nuova normativa entra in vigore oggi e vieta alle piattaforme di vendere i prodotti attraverso proprie partecipate o di distribuirli in esclusiva.

L’India insiste che le società straniere agiscono solo come mercati per prodotti di terze parti, piuttosto che vendere i propri prodotti, e ha chiuso una scappatoia vietando anche le merci dalle imprese in cui la società detiene una partecipazione azionaria. Tutto ciò renderà la vita più complicata alle grandi piattaforme di e-commerce come Amazon.  “C’è molta incertezza su quale sarà l’impatto” della legge, ha dichiarato il cfo del gruppo di Seattle Brian Olsavsky durante la call con gli analisti. “La nostra preoccupazione principale è cercare di minimizzare l’impatto su clienti e venditori in India”.

TRAINANO ADVERTISING E SERVIZI

Nonostante il rallentamento della crescita nelle vendite, la principale causa dei profitti da record è il buon andamento del cloud e dell’advertising di Amazon. Amazon Web Services, il suo business di cloud computing, ha visto i ricavi aumentare del 45% a 7,4 miliardi di dollari e gli utili operativi aumentano del 61% a  2,2 miliardi di dollari. Le altre entrate, costituite principalmente dalla crescente attività pubblicitaria, sono quasi raddoppiate da un anno fa a  3,4 miliardi di dollari.

In conclusione, Amazon chiude il 2018 con ottimi risultati della trimestrale, ma inizia il 2019 con maggiori investimenti e indicazioni al ribasso sul fatturato del primo trimestre. La capitalizzazione di mercato, oltre  840 miliardi di dollari a partire da giovedì pomeriggio, è la più grande di qualsiasi azienda quotata in borsa al mondo.

APP Intesa Sanpaolo Mobile

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati