Innovazione

Tutti i piani di Tim nella banda ultralarga

di

Tim down

Tim espande la rete in fibra, mentre FiberCop scalda i motori per lavorare nelle aree grigie e nere del Paese

 

La pandemia da Covid-19 non frena i progetti di Tim nella banda ultralarga. L’azienda ha portato la propria rete in fibra ad oltre il 91% delle famiglie italiane, con la Puglia che ha chiuso il digital divide.

Da aprile si potrà contare anche sul lavoro di FiberCop, che punta a coprire entro il 2025 il 76% delle aree nere e grigie del Paese con tecnologia Fiber To The Home. Tutti i dettagli.

LA RETE TIM

Tim nell’ultimo anno ha accelerato il piano di copertura in fibra in oltre 3.500 comuni italiani, situati soprattutto nelle aree bianche del Paese. La fibra di Tim, ad oggi, raggiunge oltre il 91% delle famiglie italiane che utilizzano la rete fissa. Per la connessione si può contare anche sulla banda ultralarga tramite FWA, mobile (4G/5G) e via satellite.

FIBERCOP LAVORERA’ NELLE AREE NERE E GRIGIE

Si focalizzerà sulle aree nere e grigie del Paese, invece, FiberCop. La neonata società, controllata dal gruppo Tim, a partire da Aprile accelererà la realizzazione della rete secondaria in fibra ottica in queste zone, puntando a coprire entro il 2025 il 76% di queste con tecnologia Fiber To The Home (FTTH).

FiberCop svilupperà soluzioni FTTH secondo il modello del co-investimento ‘aperto’ previsto dal nuovo Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche.

PUGLIA CHIUDE IL DIGITAL DIVIDE

Intanto, grazie all’accelerazione dei lavori di Tim, la Puglia è la prima regione italiana a chiudere il digital divide. La società guidata da Luigi Gubitori ha portato a termine il piano di copertura in banda ultralarga attraverso la rete Fttx, con tecnologie Fttc fino a 200 Mbps e Ftth fino a 1 Gigabit/s, che raggiunge il 99,4% delle famiglie che utilizzano la rete fissa, con il restante 0,6% che viene coperto anche attraverso connessioni ultrabroadband FWA o satellitari.

In Puglia, nei mesi della pandemia, Tim ha effettuato interventi infrastrutturali in circa 200 comuni.

I PIANI PER TARANTO

Proprio in Puglia, Tim spegnerà la rete in rame. La società, infatti, intende proporre ad Agcom e a tutti gli altri operatori di telecomunicazioni lo spegnimento, nella provincia di Taranto, della rete in rame. Questo significherà migrare tutte le linee della città su rete ultrabroadband FTTx, provando ad accelerare la digitalizzazione.

Articoli correlati