skip to Main Content

Tiktok Instagram

TikTok non solo non lascia gli Usa, ma scopiazza pure l’americana Instagram?

Dopo TikTok Notes i cinesi di ByteDance sfoderano un altro clone di Instagram: Whee. L'app però almeno al momento non è scaricabile dagli Stati Uniti

Nonostante sulla permanenza di TikTok negli Stati Uniti penda una spada di Damocle non indifferente, la cinese ByteDance sembra continuare la propria politica aggressiva nei confronti di Instagram, il principale social network americano (del gruppo Meta) nonché il social preferito dai teenager.

TIKTOK SFIDA (ANCORA) INSTAGRAM

Dopo TikTok Notes, piattaforma fotografica che aveva come solo scopo quello di rivaleggiare con Instagram, i cinesi hanno lanciato l’app Whee che si prefigge di essere uno spazio virtuale “per catturare e condividere immagini realistiche e autentiche con gli amici più stretti, per esprimere ciò che si è veramente”.

Chiara l’intenzione, da parte della software house di TikTok, di emulare Instagram: persino l’icona della nuova app, almeno cromaticamente, rimanda alla rivale americana. L’aspetto peculiare del nuovo social riguarda il fatto che i contenuti siano visibili solo dagli amici e dai contatti, per puntare su una maggiore privacy e riservatezza.

ANCHE INSTAGRAM AUMENTA LA PRIVACY

C’è un particolare curioso. Nelle stesse ore in cui la software house lanciava senza troppo clamore Whee (al momento di scrivere questo articolo conta poco più di diecimila download su Google Play, la maggior parte dei quali con ogni probabilità effettuati da giornalisti, influencer professionisti ed esperti del settore), Instagram annunciava l’intenzione di introdurre la possibilità per gli utenti di trasmettere in diretta solo alla lista degli amici più stretti. La nuova funzione “Amici stretti in diretta” consentirà agli utenti di andare in diretta con un massimo di altre tre persone.

POCO PIU’ DI UNA DEMO

Si diceva dei bassi download di Whee: al momento l’ultimo nato in casa ByteDance è ancora un progetto sperimentale. Non è nemmeno scaricabile in diversi Paesi (niente Italia, ma soprattutto niente Usa) e con ogni probabilità l’accesso agli altri mercati sarà sbloccato solo se il riscontro dei primi utenti sarà positivo.

Non è la prima volta che la software house nota soprattutto per TikTok lancia sfide plateali ad altri social, Instagram in primis: qualche tempo fa provò a lanciare anche TikTok Now nel tentativo di mettersi in scia alla francese BeReal. Il progetto fu poi ritirato e cancellato.

Back To Top