skip to Main Content

Quale sarà l’impatto economico del 5G nella sanità. Report Tim

Open Ran

Estratto del rapporto “Smart Italy 5G – I benefici del 5G per l’economia italiana”, a cura del centro studi Tim

Numerosi studi hanno cercato di affrontare il tema dell’impatto del 5G sull’economia analizzando i costi, i benefici e gli impatti socioeconomici. Le previsioni su cui si basano i modelli adottati per produrre le stime si basano su ipotesi conservative, in uno scenario perfetto (es. di copertura del 5G) e traguardando la massimizzazione dei benefici ottenibili.

Gli investimenti in 5G hanno un effetto “moltiplicatore” su tutta l’economia. Usando stime basate sull’estrapolazione lineare, recenti studi (studio della Commissione Europea – Individuazione e quantificazione dei principali dati socioeconomici a supporto della pianificazione strategica per l’introduzione del 5G in Europa- anno 2016) sostengono che al 2025 l’investimento per utente 5G sarà pari a 145€ .Investimenti così importanti hanno effetti a cascata su tutta l’economia per le interdipendenze tra i diversi settori: tali effetti sono stati studiati attraverso l’analisi input-output.

Gli effetti dell’introduzione del 5G si possono classificare in:

  • Gli effetti diretti sono quelli che discendono dall’investimento effettuato in infrastrutture 5G e servizi da parte degli operatori di telecomunicazioni.
  • Gli effetti indiretti consistono nell’aumento della produzione nella catena di approvvigionamento da parte dei fornitori di infrastrutture
  • Gli effetti indotti sono prodotti dalle maggiori spese delle famiglie che hanno beneficiato di un incremento di reddito disponibile grazie all’aumento di produzione di tutti i settori interessati dagli specifici investimenti.

Nel campo della sanità i benefici prodotti dal 5G sono stati calcolati in 4 contesti:

  • Prevenzione: monitorare i pazienti tramite dispositivi indossabili connessi in 5G (es. smartwatch, smartwrist, smartphone) permette di attuare un modello di medicina basato sulla prevenzione e non sulla cura innescando notevoli risparmi al SSN.
  • Malattie Croniche: i dispositivi medici connessi («Internet of Medical Things» – IoMT) che monitorano e curano le malattie croniche potrebbero fornire un risparmio nei costi sanitari per la long term care.
  • Consumatori: i consumatori possono condividere i propri dati personali e medici da dispositivi indossabili con le assicurazioni private per ottenere vantaggi sulle polizze sanitarie
  • Sperimentazione dei farmaci: l’industria farmaceutica è una terza parte che ha un notevole interesse per l’assistenza sanitaria. L’IoT ha il potenziale per monitorare più da vicino la sperimentazione farmacologica, per fornire ulteriori informazioni sulla salute dello sperimentatore in grado di mostrare i potenziali effetti collaterali in una fase precoce e di monitorare più da vicino i risultati.

BENEFICI ECONOMICI SULLA PREVENZIONE

La Commissione Europea stima un contenimento dei costi sanitari dal 2,6% al 3,7% di cui il 5% attribuibile al 5G, che corrisponde in Italia ad un risparmio annuo di 150 milioni € e in Europa a 1,227 Mrd €.

BENEFICI ECONOMICI SUL MONITORAGGIO MALATTIE CRONICHE

La Commissione Europea stima un contenimento dei costi sanitari pubblici del 10% di cui il 5% attribuibile al 5G, che in Italia si traduce in un risparmio annuo di 800 milioni € sul SSN.

BENEFICI ECONOMICI PER IL CONSUMATORE

La Commissione Europea stima che l’adozione di dispositivi indossabili che portano ad una riduzione dei premi assicurativi, di cui il 5% potrà essere attribuito al 5G. Con i dati attualmente a disposizione si può affermare che in Italia ciò comporterà un beneficio per i consumatori di 32 Mil€ annui in risparmi sulle polizze a fronte di una spesa di 111 € Mrd (Fonte: Rapporto IVASS, 2019).

BENEFICI ECONOMICI PER LA SPERIMENTAZIONE

Il beneficio derivante da tecnologia 5G è anche conseguente all’uso di dispositivi indossabili che consentirebbero un più efficace monitoraggio nella fase di sperimentazione di Fase 3 dei farmaci che, nell’ambito delle attività di Ricerca & Sviluppo pesa il 32% sui costi complessivi: secondo la Commissione Europea il risparmio sarebbe del 15% di cui il 5% sarebbe attribuibile al 5G. I Risparmi attesi sono 86 milioni € in Europa e 4 milioni € in Italia.

CONCLUSIONI

I vantaggi stimati sono, prudenzialmente, solo una parte di quelli realizzabili con le nuove tecnologie mentre saranno sicuramente l’introduzione di nuovi modelli di Business a portare ulteriori risorse all’economia. I benefici sino a qui valutati con questa metodologia sono sintetizzabili nello schema di seguito riportato. Il vantaggio economico per il Sistema Italia si avvicina ad 1 Mrd€ annuo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore