Innovazione

Elliot spacchetterà eBay per guerreggiare meglio contro Amazon

di

Forte del suo 4% in eBay, l’hedge fund statunitense chiede alla piattaforma un rapido cambiamento di strategia per reggere la concorrenza di Amazon. L’articolo di Francesco Bertolino, giornalista di MF/Milano Finanza

Elliott si prepara a un’altra battaglia. Il fondo attivista di Paul Singer ha rivelato ieri di detenere una partecipazione superiore al 4% in eBay, la piattaforma di e-commerce fondata nel 1995.

ECCO LE MIRE DI ELLIOTT CON E-BAY

Come di consueto, l’investimento dell’hedge fund, quantificato in 1,4 miliardi di dollari, è funzionale alla richiesta di una profonda ristrutturazione della società target. In una lunga lettera indirizzata al board di eBay Jesse Cohn, partner e capitano delle campagne americane del fondo attivista di Paul Singer, ha proposto a manager e ad azionisti un piano in cinque punti, Enhancing eBay.

I PRECEDENTI DI ELLIOTT

All’annuncio ha fatto seguito il tradizionale lancio di un sito per illustrare i dati a cui si appoggiano le rivendicazioni di Elliott. Una strategia già adottata (con successo) nella battaglia contro Hitachi su Ansaldo e che ha lo scopo di alzare la pressione sul management.

I RILIEVI DI ELLIOTT SU E-BAY

Per Elliott anni di investimenti sbagliati, inefficienze e attese deluse hanno depresso i corsi azionari di eBay ben oltre i meriti di bilancio (-16% nell’ultimo anno), portando il titolo a perdere terreno nei confronti dei concorrenti.

GLI OBIETTIVI DI ELLIOTT

Secondo il fondo attivista, il piano proposto potrebbe spingere in due anni le azioni a un prezzo compreso fra i 55 e i 63 dollari, superiore del 75-100% a quello attuale. A questo fine è anzitutto necessario un profondo riassetto.

I DUE ASSETT

Elliott suggerisce di separare dalla piattaforma di e-commerce, per cui eBay è nota, due asset strategici: Stubhub, primo sito al mondo per la rivendita di biglietti, e la lunga serie di portali di annunci riconducibili alla società.

I VALORI NASCOSTI DI E-BAY

Nascosto nelle pieghe del bilancio consolidato, il valore di queste attività risulta sottostimato; lo spin-off e la successiva vendita potrebbero fruttare un incasso compreso fra gli 11,5 e i 16,5 miliardi di dollari.

COME INVESTIRE LE RISORSE

Risorse che dovrebbero poi essere in parte investite nella remunerazione degli azionisti tramite l’aumento del buy-back a 5 miliardi nel 2019 e la costante distribuzione di dividendi.

CHE COSA PENSA ELLIOTT DI E-BAY

La piattaforma e-commerce di Ebay, sottolinea ancora Elliott, è la sola in grado di competere a livello mondiale con Amazon e perfino di batterlo in Corea del Sud, Australia e Italia. Ciononostante, il suo valore implicito è di 5,7 volte l’ebitda, un multiplo considerato a dir poco ingeneroso.

LE POTENZIALITA’ INESPRESSE

Separato dalle altre attività, il marketplace di eBay potrebbe invece liberare le sue potenzialità e, soprattutto, diventare molto appetibile per un eventuale acquirente, finanziario o industriale che sia. Perciò, Elliott pretende che gli investimenti si concentrino sul miglioramento della piattaforma e non vadano dispersi in progetti iper-avveniristici poi rivelatisi evanescenti. Questo ambizioso piano – e qui arriva la nota dolente per il management – richiede «un’attenzione strategica e operativa che eBay non ha dimostrato negli ultimi anni». Perciò, la chiosa minacciosa, «è opportuno considerare se l’attuale board sia il più adatto a massimizzare le probabilità di successo».

 

Estratto di un articolo pubblicato su MF/Milano Finanza

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati