Innovazione

Perché Microsoft ha rottamato un database di immagini per il riconoscimento facciale?

di

Brexit

Cos’era MS Celeb? A che cosa serviva? E cosa succede ora che è stato cancellato? Tutte le novità di Microsoft sul riconoscimento facciale

Microsoft a difesa della privacy, dopo le proteste. La società di Redmond ha “cancellato silenziosamente il più grande set di dati di riconoscimento di volti pubblici”, ha scritto Financial Times. Andiamo per gradi.

IL DATABASE MS CELEB

Si chiama, o meglio si chiamava, MS Celeb e conteneva oltre 10 milioni di immagini di circa 100.000 persone (principalmente celebrità). Era il più grande set di dati di riconoscimento facciale pubblicamente disponibile nel mondo.

L’UTILIZZO INIZIALE

Il database è stato originariamente pubblicato nel 2016 e, almeno inizialmente, è stato utilizzato a fini “accademici”: le immagini venivano utilizzate per migliorare le tecnologie al fine di addestrare i sistemi di intelligenza artificiale nel riconoscimento facciale da parte di aziende tecnologiche globali (tra cui le cinesi Megvii e Sensetime) e organizzazioni militari.

NESSUN CONSENSO

Le persone “da riconoscere” non avevano fornito alcun consenso. Microsoft aveva utilizzato immagini da internet con licenza Creative Commons.

ANCHE SOGGETTI PRIVATI

Microsoft, però, non sarebbe così innocente in tutta questa vicenda. Il database, infatti, conteneva, secondo quanto affermato dal ricercatore di Berlino Adam Harvey, anche quelli che il quotidiano indica come “individui privati”, ovvero non esposti pubblicamente. Ms Celeb potrebbe essere stato utilizzato anche dalle autorità cinesi per effettuare schedature di massa delle minoranze etniche nel Paese.

TUTTO CANCELLATO?

Adesso dovrebbe essere tutto risolto. Dovrebbe. Perché come ha rivelato Harvey, infatti, nonostante MS Celeb sia stato cancellato, i suoi contenuti sono ancora condivisi sul web. Ma è sufficiente anche che Ms Celeb sia stato scaricato su qualche computer perché le immagini, di personaggi pubblici e non, ritornino a circolare.

UNA QUESTIONE DI PROTOCOLLO

La società di Redmond ha giustificato l’eliminazione di MS Celeb come una questione di protocollo e che il progetto è nato a scopi accademici ed era gestito da un dipendente che non è più in Microsoft.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati