Innovazione

Che cosa farà Luca Parmitano nella missione Beyond

di

Nei prossimi sei mesi, Parmitano sosterrà oltre 50 esperimenti europei e 200 esperimenti internazionali. Tutti i dettagli

 

“E’ fantastico essere qui”. Così l’astronauta italiano Luca Parmitano, arrivato nella notte italiana alla Stazione spaziale internazionale dopo un viaggio di sei ore a bordo della Soyuz MS-13.

Giunto con l’americano Andrew Morgan e il russo Alexander Skvortsov, comincia per lui la missione Beyond, “Oltre”, di cui avrà il comando nella seconda parte, primo italiano e terzo europeo ad avere questo ruolo.

AstroLuca dovrà affrontare anche passeggiate spaziali ed eseguire esperimenti volti a preparare l’uomo ai lunghi viaggi verso Luna e Marte.

I tre astronauti sono partiti alla vollta dell’Iss da Baikonur, in Kazakistan, ieri alle 18:28 ora italiana e, come riferisce l’Esa, l’ancoraggio con l’Iss è avvenuto alle 00:50 ora italiana di questa notte.

Dopo il docking (attracco), l’equipaggio ha eseguito controlli approfonditi e alle 3:04 il portello della Soyuz è stato aperto e i tre sono stati accolti a bordo dagli astronauti della Nasa Christina Koch e Nick Hague, insieme al cosmonauta russo e attuale comandante della Stazione Spaziale, Alexei Ovchinin.

Nei prossimi sei mesi, Parmitano sosterrà oltre 50 esperimenti europei e 200 esperimenti internazionali. Questi includono indagini su come gli aspetti del corpo umano sono influenzati dalla microgravità e su come gli astronauti potrebbero controllare i robot da remoto durante l’esplorazione lunare.

Quando Ovchinin lascerà la Stazione Spaziale, Parmitano ne assumerà il comando e sarà la terza volta che un astronauta europeo ricopre questa posizione e la prima per un italiano.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati