Innovazione

Ecco quanto l’Italia arranca nell’e-commerce. Report I-Com

di

e-commerce digitale

Va meglio, ma non ancora bene. L’e-commerce non spicca il volo e le aziende perdono una grande opportunità. Tutti i numeri e le tendenze nel rapporto I-Com. Articolo di Giusy Caretto


Scegliere tutto quello che si desidera e acquistare con click. Niente fila alle casse e niente spintoni per vedere smartphone, vestiti e scarpe. Ricevere tutto quello che si vuole in casa, mentre si è seduti sul divano. Benvenuti nell’era dell’e-commerce. Peccato, però, che l’Italia alle vendite online non crede ancora poco.

Gli italiani acquistano e vendono poco sul web. E rispetto alla media Ue stiamo davvero indietro, troppo, come scrive un report di I-com realizzato per Aiip (Associazione italiana internet provider), in occasione del convegno annuale.

I NUMERI DL MONDO

Partiamo da qui. Nel 2017 ben 1,6 miliardi di utenti nel mondo hanno acquistato online, spendendo circa 2 trilioni di dollari. E quello che verrà speso entro il 2020 potrebbe essere pari a circa di 4 trilioni.

A spingere il mercati sono Cina e Corea del Sud, dove lo shopping online ha conquistato l’83% della popolazione. Segue il Regno Unito, con l’82%.

I DATI EUROPEI

Sul fronte europeo, invece, la media degli utenti che si affida agli acquisti online è pari al 57%, con Regno Unito, Svezia, Danimarca e Lussemburgo in testa alla classifica. L’Italia si posiziona verso la fine della classifica, con il solo 32% della popolazione che si affida allo shopping online. A fare peggio di noi solo Croazia, Bulgaria e Romania.

e-commerce 1

UN’OPPORTUNITA’ POCO SFRUTTATA

Non si tratta solo di acquisti, si tratta anche di vendita. Di opportunità mancata. Di imprenditori che non sfruttano a pieno tutti i canali di vendita, sbagliando.

Secondo il report di I-Com a trarre maggiore vantaggio dalle vendite online sono le grandi imprese: con percentuali di fatturato pari al 26%, secondo la media Ue (contro il 13% delle imprese e il 7% delle piccole). In Italia le piccole imprese ottengono il 19% dei loro ricavi dall’e-commerce, contro il 17% delle grandi imprese e il 7% delle medie. Numeri che devono (e possono) essere migliorati.

IL MOBILE TRAINA L’E-COMMERCE

Crescono gli acquisti tramite smartphone, che nel 2017 hanno inciso sugli acquisti per il 19,5%, per 26,6 acquisti su 100. E ben 10,5 dei 26,6 avvengono su un sito Web. Il resto mediante App.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati