Innovazione

Cosa faranno Huawei, Xiaomi, Oppo e Vivo in funzione anti-Google

di

huawei xiaomi oppo

Huawei, Xiaomi, Oppo e Vivo pronti a sfidare Google con una piattaforma unica per le app

Cina al contrattacco contro gli Usa. Meglio, Huawei contro Google, insieme a Xiaomi, Oppo e Vivo. I 4 colossi cinesi degli smartphone hanno deciso di unire le forze per creare una piattaforma unica per le app, in concorrenza diretta a Google, come annunciato in esclusiva da Reuters.

Ecco i dettagli.

L’ALLEANZA

L’alleanza cinese cui hanno dato vita i 4 colossi della telefonia, Huawei, Xiaomi, Oppo e Vivo (che insieme hanno rappresentato il 40% delle vendite mondiali di smartphone nel quarto trimestre del 2019 , secondo IDC), si chiama Global Developer Service Alliance (Gdsa) e punta a rendere più facile, per gli sviluppatori, portare le app sui dispositivi delle quattro compagnie.

PIATTAFORMA APERTA

La piattaforma che nascerà dalla collaborazione consentirà a chi sviluppa applicazioni fuori dalla Cina, spiega la stampa cinese, di pubblicare le proprie app simultaneamente sui negozi delle quattro aziende. La Gdsa “serve esclusivamente a facilitare l’upload delle applicazioni da parte degli sviluppatori nei rispettivi app store di Xiaomi, Oppo e Vivo”, ha spiegato Xiaomi in una nota.

LA TEMPISTICA

Secondo quanto rivelato da Bloomberg, invece, la piattaforma dovrebbe essere lanciata a marzo in 9 diversi mercati, tra cui India, Indonesia e Russia, ma lo sviluppo del coronavirus in Cina potrebbe ritardare tutto a data destinarsi. Il settore tecnologico, in Cina, è al momento in un limbo con alcune aziende che hanno cancellato le conferenze stampa di lancio di alcuni prodotti fissate per febbraio.

STRATEGIA

Ogni azienda porterà nell’alleanza mercati diversi da conquistare e ogni società cercherà di sfruttare i vantaggi reciproci in diverse regioni, secondo l’analista di Canalys, Nicole Peng. “Xiaomi ha una base di utenti molto ampia in India, e Vivo e OPPO nel sud-est asiatico hanno registrato ottimi risultati, mentre Huawei ha un gran numero di utenti in Europa”.

CONCORRENZA A GOOGLE

“Le aziende potranno anche sviluppare grande potere di negoziazione contro Google”, ha aggiunto Nicole Peng. Sicuramente, l’operazione ha come obiettivo quello di sfidare la posizione dominante di Google. E non è escluso che per raggiungere l’obiettivo, la Global Developer Service Alliance possa incentivare gli sviluppatori a creare app per gli store delle 4 compagnie.

PRUDENTE XIAOMI

Non si tratta di una sfida diretta a Google, invece, per Xiaomi che in una nota tende a restare prudente: “Non vi è alcun intento competitivo tra questo servizio e Google Play Store”.

LA QUESTIONE HUAWEI

Se non sarà concorrenza, l’Alleanza rappresenta certamente una rivincita per Huawei , unico tra le 4 aziende ad aver perso, lo scorso anno, l’accesso ai servizi di Google nei mercati internazionali, dopo che gli Stati Uniti hanno vietato ai fornitori americani di vendere beni e servizi all’azienda cinese, per motivi di sicurezza nazionale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati