Innovazione

Google faccia accordi con tutti gli editori e non abusi della posizione dominante

di

Google

L’intervento del responsabile Innovazione di Fratelli d’Italia, Federico Mollicone, dopo la sigla di accordi fra alcuni editori e Google

 

La sigla degli accordi fra editori e Google è un passo in avanti per la definizione dei diritti connessi, ma è necessario anche integrare il recepimento della direttiva Copyright con meccanismi di negoziazione fra over-the-top e aziende editoriale, per la tutela del lavoro creativo, e garantire l’eventualità dell’azione arbitrale in caso di mancata definizione dei termini di remunerazione, tema su cui è stato anche approvato un nostro ordine del giorno al Senato.

Fratelli d’Italia chiede da sempre il rispetto del diritto d’autore e dei diritti connessi da parte delle piattaforme digitali, a tutela dell’editoria nazionale, dei posti di lavoro e della qualità informativa.

Auspichiamo ora che si giunga ad un accordo con tutti i gruppi editoriali e che Google non abusi della propria posizione dominante.

Le aziende editoriali sono allo stremo e, troppo spesso, le piattaforme digitali, come in Francia, hanno usato meccanismi punitivi nei confronti degli editori.

Quali sono gli editori italiani che hanno siglato intesa con Google

Articoli correlati